mercoledì 31 agosto 2016

Segnalazione - IL RISCATTO DEL PIRATA di Pamela Boiocchi e Michela Piazza

Oggi sono molto contenta di tornare a parlarvi di due autrici di cui, ormai, non posso più fare a meno.
Oggi tornano a trovarmi Pamela Boiocchi e Michela Piazza con il loro ultimo lavoro, questa volta un romance storico, dal titolo "Il Riscatto del Pirata" che non mancherò di leggere e recensire.
Andiamo a conoscere più da vicino questo romanzo già in vetta alle classifiche!









SINOSSI: Pur di liberare il padre dalle grinfie del temibile pirata Tiago il Poeta, Alexandra e Rose sono disposte a stringere un patto con il diavolo e ad assoldare il capitano Liam il Rosso. Sanno che i due uomini un tempo navigavano nella stessa ciurma e sono sicure che Liam saprà aiutarle a pagare il riscatto e a liberare il genitore. Quello che però ignorano è che i due pirati sono ora mortali nemici... Riusciranno le sorelle a riunire la famiglia? E, soprattutto, saranno capaci di proteggere il proprio cuore? 
Lasciatevi incantare da un romance che ha il sapore della Storia, da un'avventura ricca d'amore e intrisa di passione.










Eccovene qualche assaggio!




[...] Non avrebbe dovuto permettere ad Alexandra di amoreggiare con uno della sua risma. Se fosse stato un uomo migliore, non avrebbe approfittato del momento di smarrimento in cui si trovava, del suo bisogno di conforto e di sicurezza. Ma lui non era che un mascalzone e la voleva... la voleva con un'intensità primordiale e impossibile da combattere. [...]

 



 




[...] "Risultate antipatico quando siete così prepotente.” 
Il Poeta, di fronte a quella frase così sincera, non riuscì a trattenere una risata: “Mia adorabile bambina, vivo di ruberie e di violenza: essere prepotente è la mia natura.” 
Rose scosse la testa, facendo ondeggiare i riccioli biondi: “Vi sbagliate. Da quello che ho visto, credo che in realtà la vostra natura sia piuttosto diversa.” 
La risata di Tiago si spense di colpo e un'ombra oscurò la sua espressione: “Un tempo, forse, sono stato un uomo diverso. Ma qualcuno si è approfittato della poca bontà che c'era nella mia anima, trasformandomi in ciò che sono.” [...]















 LE AUTRICI: Pamela e Michela hanno pubblicato singolarmente due saghe sui pirati ("La maledizione di Blackbeard" e "La donna pirata") e insieme hanno scritto i chick lit della serie "Amori al peperoncino" e l'erotico "Il mio lato proibito". 
Nonostante vivano una alle Canarie e una sul Lago Maggiore, restano unite da una pazza amicizia e dal potere dei sogni.

martedì 30 agosto 2016

Segnalazione - ALLA FINE DELL'ARCOBALENO di Irene Pistolato

Ed eccovi l'ultima segnalazione di oggi per YouFeel -Rizzoli Collana Reloaded.
Vi presento il romanzo di Irene Pistolato dal titolo "Alla fine dell'arcobaleno" per il Mood Ironico.
Parola d'ordine: Per trovare il tesoro a volte bisogna seguire la strada più strana.
Andiamo a sbiciare!








SINOSSI: Cayley Lewis vive e lavora a Londra, ama la confusione della città, il rumore e avere sempre tante persone attorno. La sua fedeltà al lavoro, però, le causa dei problemi nella vita sentimentale. Ma quando la soluzione alle sue beghe amorose si palesa sotto forma di un’offerta di lavoro alquanto originale, Cay tentenna: trasferirsi in un luogo desolato per fare la guardiana del faro, lei che adora stare in mezzo al caos e alla gente? Eppure a volte stravolgere tutto è la soluzione per rimettere tutto a posto. Nel lavoro, e nell’amore…
Una spassosa commedia romantica che farà sognare, sorridere e venire voglia di lasciare tutto per ricominciare da zero. Magari su un’isola deserta.

DOVE TROVARLO: https://www.amazon.it/dp/B01JIWUSR0/









Eccovene un assaggio!










L'AUTRICE: Irene Pistolato è nata a Venezia nel 1982, trasferendosi per amore nella provincia di Brescia nel 2003. È diplomata perito turistico e lavora nella pasticceria del marito, dove scrive ogni volta che trova un attimo libero. Ha ottenuto buona visibilità grazie a una writing community, attirando l'attenzione di alcune case editrici.

Segnalazione - DOLCI PASSIONI di Daniela Perelli

Per la seconda segnalazione YouFeel - Rizzoli, vi presento il Mood Romantico di Daniela Perelli con il suo romanzo "Dolci passioni", per la Collana Reloaded.
Parola d'ordine: La vie en rose!
Andiamo a sbirciare!
 





SINOSSI: Si dice spesso che gli opposti si attraggono. Ma se invece due persone si incontrano e capiscono di avere la stessa passione, cosa potrà maiA accadere?
Grayson, un giovane imprenditore da poco a capo di un importante biscottificio a Parigi, è finalmente riuscito a realizzare il proprio sogno. Anche Evelin ha appena realizzato il proprio sogno, grazie a un regalo del tutto inaspettato: ha aperto una piccola pasticceria, guardacaso proprio a Parigi.
Galeotta sarà rue Violet: una stradina popolata da abitanti bizzarri ma gentili, che sarà teatro di momenti romantici, commoventi e divertenti.
Un romanzo delizioso e profumato come un biscotto appena sfornato, da leggere e assaporare con cura.











Eccovene un assaggio!







[...] «Se vuoi organizzare un'inaugurazione con i fiocchi, devi preparare sempre il doppio di quello che pensi di offrire e vendere. Anche a costo di buttare qualcosa. Purtroppo, non si può fare altrimenti». La sua voce mi fa sussultare. Che diavolo ci fa qui dietro? «E tu che ne sai?» gli domando. Mi sorride. «Sono un pasticcere, proprio come te. Il mio biscottificio non è tanto distante da qui.» Intanto, si avvicina. La mia bocca ultimamente è sempre spalancata... Dopo qualche secondo di silenzio imbarazzante, mi dice: «Adesso spero che mi permetterai di darti una mano. Ci sono passato, ti assicuro che andrà sempre meglio, e poi...». Prende un bignè alla crema e se lo porta alla bocca. Fa un verso di assenso a dir poco sexy e continua: «Hai molto talento» [...]












L'AUTRICE: Daniela Perelli. nata a Genova il 6 giugno 1980, si è diplomata come Tecnico dei Servizi Ristorativi e specializzata in pasticceria. Ha lavorato per due anni a contatto con i bambini come animatrice turistica, coltivando la passione per la danza, il canto e la scrittura. Vive a Genova con il marito Alessandro, i figli Giulia e Luca e la loro barboncina Lili.

Segnalazione - SOLO SE MI GUARDI di Emiliana De Vico


Oggi per le segnalazioni YouFeel - Rizzoli, vi presento il romanzo di Emiliana De Vico dal titolo "Solo se mi guardi", per il Mood Erotico Collana Original. Sequel del precedente capitolo "Villa Eden".
Parola d'ordine: A volte la passione scoppia da uno sguardo.
Andiamo a sbirciare da vicino!





SINOSSI: Proprietaria di Villa Eden, Alexandra, in arte Artemisia, ama sperimentare e spingersi oltre il limite, se si tratta di sesso. E quando i gemelli Sokolova le chiedono di diventare la loro partner, accetta di buon grado. Valentin e Ivan sono intriganti e la incuriosiscono come mai nessuno è riuscito a fare. Ma sono uguali solo nel fisico. Uno può possederla, l’altro solo guardarla. Tra incontri audaci e morbosamente curiosi, Alexandra si scopre a desiderare uno solo di loro. Al corpo che la domina preferisce gli occhi che la accarezzano. Alle mani che la toccano, le parole che la sfiorano nella mente. Al piacere fisico con Valentin, una passeggiata in riva al lago con Ivan. Salvarlo e scoprire che cosa lo ha segnato per sempre diventa la sua ossessione. Ma non si può guarire qualcuno che non vuole essere salvato. Allontanarsi da loro sembra essere l’unica via di fuga. O forse no.
Audace, sensuale, intrigante, l’atteso seguito di “Villa Eden” è finalmente arrivato.










Eccovene un assaggio!


[...] «Ti spiace se mi metto qui e ti osservo, Ivan? Non fiaterò» gli disse sperando con tutta la forza che lui le dicesse di no. Sarebbe stato più semplice andarsene, lasciarlo dietro di sé, come un ricordo scomodo da dimenticare in fretta.
«Resta con me» le rispose voltandosi solo una frazione di secondo.
Alexandra si acquattò ai suoi piedi. Se restava così vicina rischiava di trovarsi un amo tra i capelli. Un rischio che era pronta a correre pur di stare con lui. Sul lago, all’aria aperta, senza i muri di Villa Eden a ricordare dov’erano e cosa potevano fare era semplice non pensare al sesso che Ivan non riusciva a portare a compimento. Forse decontestualizzando l’atto in sé... forse dandogli input diversi… forse muovendosi piano piano…
«Ogni lancio sbagliato ti costerà un pegno» improvvisò.
«Di che tipo?»
«Mi bacerai ogni volta che non riuscirai a lanciare oltre quel canneto laggiù.» [...]








L'AUTRICE: Emiliana De Vico vive in un paesino dell’entroterra abruzzese insieme al marito e ai due figli. È laureata in Scienze sociali e lavora presso i Servizi sociali di zona. Appassionata di romance fin dall'adolescenza, ha partecipato a numerosi premi letterari nei quali si è distinta e ha pubblicato sia per l’editore digitale Delos sia in self-publishing, scalando la classifica Amazon.

lunedì 29 agosto 2016

INTERVISTA A ELVIRA TONELLI



Ciao Elvira, benvenuta nel mio blog. Raccontaci qualcosa di te.

Ciao a tutti. Ho 32 anni, sono mamma di due bimbi: Aurora, due anni e mezzo, Manuel quasi 6 mesi. Lavoro come segretaria presso l’azienda di mio marito e cerco di far combaciare tutti gli impegni casalinghi, familiari, lavorativi e vi assicuro che… c’è da fare parecchio!!!! Adoro leggere soprattutto romanzi d’amore e di avventura, anche se devo ammettere che ultimamente sto leggendo poco, perché i bimbi e tutto il resto assorbono le mie energie e la sera, quando in casa si respira un po’ di tranquillità, crollo… Spero, però, di poter riprendere presto il mio ritmo di lettura perché ne sento già la mancanza!!!

La laurea in Scienze Politiche, il lavoro nella Redazione del quotidiano online Cuneocronaca.it e l’impiego come segretaria d’azienda. Dove trovi il tempo per scrivere?

Diciamo che ultimamente il tempo per scrivere è veramente poco… Mi giustifico dietro il blocco dello scrittore!! La verità è che, dopo il libro "Oltre le nuvole" non ho più scritto nulla, presa dalla gravidanza prima e dal piccolino poi… Cercherò di riprendere a breve, come avevo fatto dopo la prima figlia, anche perché le idee ci sono, devo solo trovare il tempo materiale per riportarle e farle “vivere”.

Hai coltivato anche esperienze radiofoniche e televisive. Raccontaci qualcosa.

Ho iniziato con l’esperienza televisiva. Uno stage di tre mesi in una emittente locale che mi ha permesso di vedere e toccare con mano come nasce un servizio televisivo. Dalla ricerca della notizia, alla sua elaborazione e approfondimento tramite interviste e raccolta di informazioni, alle riprese video e al montaggio, sino ad arrivare poi alla conduzione del telegiornale in diretta!! E’ stato veramente emozionante e, soprattutto, ho ricordi bellissimi di quel periodo! Colleghi divertentissimi e ambiente lavorativo fantastico!!! 
L’esperienza radiofonica è stata altrettanto bella ma, per tutta una serie di motivi, meno entusiasmante!! In ogni caso sono felicissima di aver vissuto quel periodo che, forse, un po’ mi manca, ma sono ancora più contenta di aver cambiato strada per creare un nido sicuro ai miei due pargoletti che, insieme a mio marito, sono gli amori della mia vita. Senza loro non sarei nulla!!!

Gestisci personalmente il blog ‘Sognolibri’. Di cosa ti occupi nello specifico?

Il blog, che è stato un po’ fermo, per motivi sopra elencati, è nato con l’obiettivo di permettere alle persone, attraverso le mie recensioni, di farsi un’idea dei libri e decidere se leggerli o meno. Le recensioni riportate riguardano sia romanzi di autori conosciuti, sia di esordienti e, proprio tra questi ultimi, ho trovato veramente delle belle sorprese!!!

Esordisci nel 2010 con “In fondo si può sempre essere felici”. Di cosa si tratta?

Di un romanzo d’amore che oltrepassa i confini, con i protagonisti che si muovono tra l’Italia e la Cina, che si perdono, si allontanano, per poi capire che un filo conduttore li ha sempre uniti… l’amore, quello vero, quello che, forse, durerà per sempre. Solo che per capirlo i protagonisti hanno dovuto attraversare periodi difficili, bui.

Nel 2012 pubblichi “Il sole ora splende”. Daccene un assaggio.

“Il sole ora splende” racconta il rapporto travagliato di un padre e di una figlia. Jessica in tenera età si trova sola con il padre, il quale non è riuscito a superare l’abbandono della donna amata, e si è lasciato andare all’alcool, rendendo così complicato il suo rapporto con la figlia. Quest’ultima dovrà tirare fuori tutte le forze per riuscire a sopravvivere alle violenze fisiche e psicologiche e ce la farà anche grazie a un angelo che la guiderà sulla giusta via, insegnandole innanzitutto ad amare se stessa. Sarà proprio l’amore per se stessa a farla crescere e a farla sperare in un giorno migliore. 

E nel 2013 esce “Il sorriso innocente dell’amore”, poi uscito in seconda edizione con il titolo “Amore Innocente”. Perché il romance?

Perché la mia mente è fatta per scrivere storie d’amore, difficili e  contorte ma che lasciano sempre un messaggio di speranza! A questo libro sono veramente affezionata, i personaggi mi hanno coinvolta da subito e mi emoziona rileggerlo!! Spero che emozioni anche i lettori!! La storia è ambientata a Milano, con una parentesi in Africa, precisamente in Mali. Un’esperienza che cambierà la prospettiva di vita dei personaggi coinvolti, ma non voglio aggiungere altro!! 

Nel 2016 pubblichi “Oltre le nuvole”. Cosa troveranno i lettori al suo interno?

Una storia davvero toccante, in cui racconto la forza di Ela, una giovane ragazza rumena che sarà costretta a superare prove difficili, che vedrà la sua vita costellata da ostacoli insormontabili. Nonostante ciò non si è mai abbattuta, mai arrabbiata con il suo destino. Un destino che la condurrà sin oltre le nuvole a scoprire un mondo nuovo, diverso. Una storia che ha molto da insegnare, soprattutto a coloro che si abbattono facilmente alle prime difficoltà. Ispirata, in parte, a un fatto realmente accaduto.


https://www.amazon.it/Oltre-nuvole-Elvira-Tonelli-ebook/dp/B016NQLT68/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1466432902&sr=1-1&keywords=OLTRE+LE+NUVOLE+ELVIRA+TONELLI




Qual è stato l’input per questo romanzo?

Si tratta di una storia breve che avevo scritto qualche anno fa e mai terminato. L’ho ripresa in mano e le ho ridato nuova vita, completandola, rendendola più viva, più vera. Raccontando le emozioni vissute dai personaggi, le loro paure, le loro gioie. E’ stato bello scriverlo anche se alla fine, rileggendolo, ho pianto… Perché? Ve lo lascio scoprire. 

Quali tematiche affronti?

Affronto varie tematiche: la violenza sul lavoro, la crisi economica e le difficoltà di vita che ne conseguono, la malattia, il modo di affrontarla, il coraggio, la determinazione e, soprattutto, la forza delle donne, il cosiddetto “sesso debole”, che tanto debole non è! 
Non sono coraggiosa come Ela, anche se mi piacerebbe molto, ma ho voluto lo stesso provare a mettermi nei suoi panni e, vi dirò… la sua forza mi ha stupita!!

Casa Editrice Vs Self-Publishing. Chi la vince?

Le ho provate entrambe e devo dire che, oggi come oggi, non saprei cosa consigliare. La casa editrice dice di seguire la promozione, la fase più importante di un libro, dopo la stesura, e poi non lo fa. Ti chiede di fare presentazioni che, però, devi organizzarti… Con il self-publishing è l’autore che deve muoversi e farsi pubblicità e spesso, vuoi per mancanza di tempo, vuoi per altri motivi, non riesce. Bisognerebbe trovare un giusto compromesso… L’importante, secondo me, è aver un buon prodotto da vendere, riuscire a trasmettere un messaggio, dopodiché passa parola, interviste varie, pubblicità sui social network, possono fare il resto. Non bisogna farsi abbindolare da chi dice di farti vendere milioni di copie… Quello che spiace è solo che ci sono libri di esordienti – e ne ho letti parecchi, anche recensiti sul mio blog -  che sono veramente ben scritti, alla pari se non meglio di quelli di autori super conosciuti, che però non vendono solo perché l’autore non ha il tempo o i mezzi per farsi conoscere… E’ un peccato. Ma il mondo dell’editoria va così…

Hai qualche altro progetto in cantiere?

Per ora nulla, ma spero di riprendere presto a scrivere!!!

È stato un piacere ospitarti nel mio blog. In bocca al lupo!


Per seguire Elvira   ELVIRA TONELLI




venerdì 26 agosto 2016

Recensione - LA CASA NEL BLU di Elisabetta Motta

Oggi vi presento il romanzo di Elisabetta Motta dal titolo "La casa nel blu".
E' sempre un piacere ospitare questa autrice, che ho imparato ad apprezzare enormemente per la grande sensibilità e delicatezza dei suoi testi, e anche questa volta non mi ha deluso.








SINOSSI: Sara e Andrea hanno tutto quello che desiderano dalla vita, tranne un figlio: sposati da cinque anni, i loro tentativi di diventare genitori sono sempre falliti. Sara va in crisi, teme di perdere il marito, e inizia a sospettare. Trova in casa la pubblicità di un agriturismo, “La casa nel blu”, e ha la conferma dei suoi dubbi: Andrea ha scelto un posto romantico adatto a coppie innamorate per trascorrere un week end con un’amante. Accecata dalla rabbia, Sara arriva a prendere la dolorosa decisione di lasciarlo. E in un momento di vulnerabilità cede alla corte di Giacomo De Paolis, l’affascinante notaio con cui Sara ha rapporti professionali, e che le fa da tempo una corte appassionata. Così all’improvviso tutto viene messo in discussione e rischia di esplodere, come la vita che inizia a crescere dentro di lei. Ma talvolta il dolore di uno comporta la felicità di qualcun altro, e magicamente il destino sistema tutti i pezzi del mosaico…







Sara è una Interior Design, sposata con Andrea vive un momento di grande sconforto dovuto alla mancanza di un figlio.
Il loro potrebbe essere un matrimonio idilliaco, ma l'assenza di una gravidanza che sembra non voler arrivare avvilisce Sara e la condiziona a vivere in un perenne stato di infelicità.
La tristezza, unita ai sospetti che la donna nutre nei confronti del marito, la indurranno a scatenare una serie di eventi inaspettati.
Cosa riserva il futuro per Sara e Andrea? Il loro amore sarà più forte delle avversità e delle incomprensioni? 

Partiamo dalla scrittura della Motta che personalmente adoro. Le descrizioni sono il punto di forza di questa autrice che riesce a creare vivide tele davanti agli occhi del lettore con sapienti pennellate. C'è poesia nel suo stile, già apprezzato nel precedente lavoro "Tè nero, vaniglia e baci allo zenzero". Qui, l'autrice manifesta la cura del dettaglio che fa la differenza, la possiamo apprezzare negli arredi delle dimore che ci presenta, negli odori e nei profumi che non dimentica mai di inserire, palesando un gusto squisito. L'ambientazione che ho particolarmente apprezzato è quella dei campi di lavanda, viene voglia di trovare quel luogo paradisiaco e partire seduta stante, lasciandosi avvolgere dai colori che sfumano nel viola e nel blu.

 


'Quanto tempo era passato dall'ultima volta che si erano baciati in quel modo. Non conosceva nessuno che sapesse baciare così. Era come vivere un sogno. Come essere in paradiso. In quel bacio c'era tutto: amore, passione, desiderio, emozione.'





La caratterizzazione dei personaggi colpisce per la completezza, nonostante la brevità del testo. 
Sara, la protagonista, è una donna con una guerra in testa, divisa tra il dolore dell'insoddisfazione e l'amore per il marito. Vinta dalla poca autostima, commetterà un errore che si rivelerà fondamentale per il  futuro. Sara incarna le fragilità di una donna ed è un personaggio umano, vero, privo di stereotipi.
Andrea è un marito meraviglioso e molto buono, forse troppo; sensuale e reale, sembra l'uomo che puoi incontrare e di cui ti puoi facilmente innamorare. Non appartiene a un mondo di carta, ma sembra staccarsi dalle pagine ed essere il ritratto di qualcuno di tangibile.
Giacomo, l'antagonista, è un personaggio fondamentale per la trama; all'inizio sempra il classico  scapolo d'oro, ma poi si rivelerà profondo e generoso. Contrariamente alle aspettiative, si ha a cuore questo personaggio che sconvolgerà le regole dell'antagonista: ci si affeziona a lui e si soffre con lui.
Gli uomini dominano questo testo, forse più delle donne, e riscattano la loro figura di maschi traditori.






'Che fine aveva fatto la donna felice, raggiante e spensierata di tre anni prima? Che cosa era rimasto della donna che si era illusa di essere la protagonista di una bellissima storia d'amore? Nulla, solo i ricordi. Ma anche quelli facevano male.'





Un altro protagonista assoluto, forse principale del libro, è il destino che tutto muove, trasforma, causa e plasma. C'è sempre un motivo per le scelte che facciamo e per chi incontriamo, anche gli errori possonono rivelarsi decisivi, e questo romanzo ne è l'esempio perfetto.
La sensualità e il garbo dominano il testo, i temi trattati sono importanti come: il perdono, la maternita, la difficoltà di realizzare il sogno di una gravidanza e l'inferno personale di una donna che la desidera con tutta se stessa; molte lettrici si ritroveranno in quest'ultima tematica affrontata con estrema sensibilità dalla Motta.
Altro tema importante e fulcro della vicenda è il tradimento che, in questo caso, si rivelerà portatore di un messaggio molto diverso da quello al quale siamo abituati. 





'Il nostro amore è forte e grande come questa vecchia quercia. Il suo tronco è capace di sorreggere un peso enorme senza piegarsi. Resta dritto e nobile senza cedere un solo istante. Anche noi due insieme non dobbiamo mai piegarci alle delusioni e alle avversità.'





"La casa nel blu" è la storia della ricerca di una felicità che non vediamo pur possedendola, ostinandoci a rincorrerla in luoghi e con persone sbagliate. E' la storia di un amore invincibile e combattivo che non si arrende. 
Un matrimonio felice minato dall'assenza di un figlio, una coppia che lotta contro il fantasma della sterilità e, sullo sfondo, il contorno magico della Tosana al profumo di lavanda.
Consigliato agli amanti del romance, delle storie emozionanti, a chi ama le vicende d'amore che trattano temi importanti e a chi ha voglia di sognare e distendersi con un romanzo che tratta di amore e dolore, di passione e tormento, regalandoci lo scorcio di un paesaggio da sogno.

'In fondo al buio c'è sempre la luce. C'è l'amore che avvolge, che riscatta, che completa, che dona nuova dignità a un'esistenza spezzata.'