martedì 28 marzo 2017

Segnalazione - CRUEL INTENTION: OBSESSION di Scarlett Reese

Oggi vi presento il romanzo erotico di Scarlett Reese dal titolo "Obsession", secondo capitolo della serie "Cruel Intention".
Andiamo a conoscere subito qualche dettaglio in più.








SINOSSI: Emily ha deciso di chiudere con un passato che troppe volte l'ha fatta a pezzi  e ha finalmente trovato un equilibrio nella sua vita.
Ha una casa, un lavoro vero e delle persone su cui poter contare sempre.
Non ha  mai avuto così tante cose per cui essere grata, ma... sapranno bastarle?
Sceglierà di ascoltare ancora la testa di fronte alla verità... 
O rimetterà tutto in discussione per seguire il suo cuore?

DOVE TROVARLO: https://www.amazon.it/Cruel-Intention-Obsession-Scarlett-Reese-ebook/dp/B01N19J1RD/











Eccovene un assaggio!



[...] L’arrivo di Eddie viene annunciato a tutti i condomini. Cantando a squarciagola dall’ingresso, varca barcollando la soglia di casa mia.
«Wow. Sei un cantante pietoso.» dico chiudendo la porta alle sue spalle.
«E tu un’amica di merda. Direi che siamo pari.»
Faccio spallucce e gli tolgo dalle mani le lattine di birra.
«Roba di classe.» affermo con una smorfia.
«Solo il meglio per sua signoria.»
Le prime due lattine me le scolo ascoltando i drammi amorosi che lo affliggono. Quest’amicizia che lo costringe ad averlo intorno senza averlo come vuole lui sembra davvero mandarlo in crisi e poi, il colpo di grazia è arrivato quando gli ha presentato la sua fidanzata.
«Bridget.» dice facendo una smorfia. «così noiosamente inglese.»
«Anche Edward è parecchio inglese.» gli faccio notare già un po’ alticcia.
«Hai ragione. Ma lei è una stronza. Si vede lontano un miglio.»
«Allora sei fottuto. Gli stronzi vincono sempre.» [...]











L'AUTRICE: Di me non c'è molto da dire. Sono una persona molto riservata che vive di musica e libri. Soffro d'insonnia, fumo come una turca e viaggio tanto, ma solo con la fantasia.

lunedì 27 marzo 2017

INTERVISTA A ELISA TARDIVO



Ciao Elisa, benvenuta nel mio blog. Raccontaci qualcosa di te.

Ciao Linda, be' sono una donna di campagna, infatti abito in un piccolo paese a ridosso del fiume Brenta in provincia di Padova, e come tutte sono impegnata nelle mille faccende quotidiane, figli, lavoro, problemi e passioni.

Il diploma, il master di Reiki e l’impiego presso le poste italiane. Dove trovi il tempo per scrivere e come si è accesa in te questa passione?

Eh bella domanda, me la pongo pure io questo quesito.
Di norma utilizzo ogni secondo io riesca a rubare al tran tran quotidiano. La "lampadina" si accese alle medie studiando i grandi poeti come Leopardi, Pascoli, Ungaretti, Foscolo. 

Tra i tuoi hobby figura la meditazione. Parlacene. Ti è d’ispirazione?

La meditazione non è un hobby per me ma una disciplina che pratico da diversi anni. Grazie a essa riesco ad riequilibrarmi, non solo, mi consente di entrare nel profondo di ogni cosa. È questa la sua magia e ispirazione, ti consente di viaggiare dentro mondi straordinari senza bisogni dell'aereo, e di vedere le cose da punti di vista inediti.

Hai uno pseudonimo: Ironicafollia. Di questa scelta dichiari che rappresenta e spiega la necessità dell'anima di raccontarti e raccontare ciò che percepisci dalle emozioni che ti circondano. Approfondiamo questa dichiarazione.

Ironicafollia è l'abito più bello, è un modo di essere e vivere che mi calza a pennello, non potevo quindi non sceglierlo come pseudonimo, ma soprattutto come MANTRA. 

Cosa rappresenta per te la poesia?

La poesia è verità fattasi inchiostro. È emozione, è anima manifesta, è un presentarsi nudi d'ogni velleità all'altro.

Nel 2013 esordisci con “Poeti contemporanei  86” cui segue “Poeti contemporanei 40”. Di cosa si tratta?

Sono antologie edite da Pagine dove sono stata selezionata da Elio Pecora, poeta contemporaneo,  grazie al quale sono stata inserita in queste opere. Sono state per me un punto di partenza e carburante per proseguire in questo mio sentire. 

È poi la votla di “Il Parnaso”. Daccene un assaggio.

[...] Danzasse felice quel petalo di rosa sopra lo specchio del lago, così dorato, dal sole acceso.
Non vi è nube alcuna a rimescolare il colore del cielo..
Quanta forza nel volo di un gabbiano quando lotta contro le correnti
rimane fisso sul suo obiettivo e, senza tregua risale anche dai vuoti d'aria. [...]

Nel 2014 esce “Ironicafollia”. Un titolo identico al tuo pseudonimo. Parlacene.

"Ironicafollia" edita da Albatros è stata la mia prima raccolta di poesie da solista. Ricordo ancora come fu definita in fase di selezione da loro "lei scrive in un modo particolare, sembra un quadro impressionista", direi che racconta già il viaggio raccolto in questa piccola raccolta.

Nel 2016 esce “Riflessi in volo sul mare”. Cosa troveranno i lettori al suo interno?

"Riflessi in volo sul mare" edito da Linee infinite nasce come una raccolta importate nella sua quantità di pensieri e citazioni atte alla riflessione ed alla volontà di portare all'attenzione ancestrali maestri come il mare, il vento e la terra. È un viaggio interiore profondo come le emozioni che indossiamo tutti nel cuore. Ti confesso che molte delle persone che lo hanno acquistato lo usano come una sorta di oracolo, ossia vi pongono una domanda e la risposta viene nell'aprirlo a caso leggendovi il pezzo. Questo aneddoto racconta già di per sé cosa troveranno al suo interno, ma non solo, in ogni riga, in ogni vibrazione vi è anima e coraggio.


https://www.lineeinfinite.com/copia-di-lapilli



Qual è stato l’input per questa silloge?

L'input è stata la mia ricerca spirituale che incessantemente mi percuote  l'anima, il cuore e la mente. Ringrazio la mia agente Lara Bellotti per il prezioso aiuto sinergico nella scelta di tutti i brani che lo compongono. 

Quali tematiche affronti e che messaggio vuoi trasmettere?

Le tematiche sono eclettiche in quanto toccano ogni argomento porti emozioni e riflessioni su un quotidiano vivere e nei molteplici silenti sentire che si cucino addosso. Ciò che cerco di trasmettere è un " hey, fermati un attimo e ritorna ad ascoltare e osservare con occhi di bambino tutto ciò che ci circonda e ci inonda interiormente. 

Hai qualche altro progetto in cantiere?

Sì! È ora in stampa una antologia edita dal Il viandante e si intitola " 10 gocce d'autore" scritta a più mani pregna di colori vivi. È poi già in fase di lavorazione la mia prossima raccolta che avrà un titolo molto particolare, ma per ora non dirò di più.

È stato un piacere ospitarti nel mio blog. In bocca al lupo!

Per seguire Elisa IRONICAFOLLIA


venerdì 24 marzo 2017

Recensione - L'ULTIMA PRIMAVERA DI KORE di Aina Sensi

Oggi vi presento "L'ultima primavera di Kore" di Aina Sensi, racconto storico erotico edito da Delos Digital.
Andiamo subito a conoscere nel dettaglio questa opera.








SINOSSI: Brunilde è la nuova giovane regina delle Amazzoni, il popolo di temibili guerriere che abita nella Scizia. Nihiri appartiene a un popolo sottomesso, quello dei Gargarensi, e sa stare al suo posto, nel rispetto della volontà delle semidee. Ma da quando viene scelto da Brunilde per portare a termine il suo rito di iniziazione, l'unico posto in cui accetta di stare è accanto a lei. Schiacciati tra due società monogenere, fra le quali sono ammessi solo incontri sessuali occasionali, Nihiri e Brunilde tentano di portare avanti quella che è la cosa più vicina a una relazione stabile. Due mesi l'anno è l'unico tempo che possono concedersi, a meno di stravolgere del tutto il loro mondo.









ANATOLIA - Brunilde è la nuova regina delle Amazzoni. La primavera è giunta e, come da tradizione, le Donne Guerriere scelgono il loro compagno per procreare. Se concepiranno un maschio, sarà adottato dai contadini; se, invece, sarà femmina verrà allevata dalle Amazzoni e diverrà una di loro.
Brunilde sceglie Nihiri; entrambi sono alla loro prima esperienza e vivranno qualcosa di speciale, che li scuoterà ma non consentirà alla regina di procreare.
Costretti a separarsi, si rivedranno ogni primavera, tornando a trascorrere notti di passione insieme solo per una volta all'anno, ma Nihiri si è innamorato e Brunilde non può violare le tradizioni.
Nel frattempo, la minaccia degli Achei è sempre più vicina. Cosa riserverà il futuro? La terra delle Amazzoni è in reale pericolo? E la passione che divora i due amanti è destinata a spegnersi o a travolgerli?
 
Partiamo dall'ambientazione mitologica; è la prima volta che mi ritrovo a leggere un testo che usa un simile contesto e ne sono rimasta piacevolmente colpita.
La cura del dettaglio trasuda dalle pagine attraverso gli abiti, le tradizioni e i rituali. Le città sono opulente, le terre sterminate. La magia del passato sembra riaccendersi in questo racconto.
A dominare c'è il conflitto con gli Achei, le scene di guerra non sono ampiamente descritte ma vivide e rendono perfettamente l'idea.
Il mito delle Ammazoni ligie alle tradizioni, donne nell'animo che si difendono tra loro, è riportato alla luce in un romanzo godibile e ben strutturato. 



'Quando sono con lui non devo essere regina. Quando siamo insieme siamo in un altro luogo, neutrale, dove ognuno può essere ciò che vuole, ciò che sente. Posso essere me stessa, solo un'adolescente senza responsabilità. Lui non si attende ordini, e non dipende da me per nutrirsi, per lavorare.
Quando sono con lui il mondo sembra andare oltre i confini che ci siamo costruiti attorno.'





La caratterizzazione dei personaggi mi ha convinto. Brunilde è una regina indomita, ma anche una ragazza innamorata; arsa dalla gelosia, divisa tra amore, dovere e pulsioni. Donna e madre feroce, è capace di qualsiasi cosa pur di difendere il sangue del suo sangue.
Nihiri è il protagonista maschile. Vorrei soffermarmi su questo Pov creato magistralmente dall'autrice; si tratta di un giovane aitante e fedelissimo, inesperto ma capace di farla tremare come nessuno al mondo.
Innamorato pazzo, padre amorevole e coraggioso; pur di non tradire la regina si sacrificherà sopportando, stoico, il dolore.
Lisippa è la matrina delle Amazzoni ed è un personaggio degno di nota. Anche se sembra controllare Brunilde ed esserle ostile a volte, è una buona consigliera, capace di guidarla su cosa è giusto o sbagliato.

L'erotismo è pulito e garbato, coinvolge senza essere volgare. Le scene di sesso sono bellissime, specialmente la prima volta degli amanti; un incontro mai forzato, naturale, spontaneo e a volte tenero.
I temi affrontati sono: l'amore vietato, il coraggio e la materinità, grande protagonista del libro. Tutto ruota attorno a questa tematica, dalla difficoltà di concepire al desiderio di una madre di prendersi cura del proprio nascituro, alla separazione e al legame inscindibile che esiste tra loro. Un'altra grande tematica è quella relativa alle Donne guerriere, le Amazzoni, che tanto hanno carattrerizzato la mitologia; è molto interessante trovare i ruoli capovolti  con le femmine al comando e i maschi che soccombono. 








'Sogno una donna che lotta per me, che mi sussurri parole dolci, che mi dimostri che le importo. Invece, anno dopo anno, lei mi usa e poi mi caccia via. Mi illudo che non odi me, ma solo quell'attimo in cui perde il controllo. Eppure, anche in quell'attimo, le basterebbe uno sguardo e io sarei polvere soffiata ai suoi piedi.'









"L'ultima primavera di Kore"è una storia d'amore e di coraggio.
Una regina delle Amazzoni che deve gorvernare il suo popolo, un uomo che non ha mai amato, una passione irrefrenabile pura come l'acqua e forte come la tempesta e, sullo sfondo, l'Anatolia con le sue stanze opulente e la potenza delle campagne.
Il mito delle Amazzoni rievocato in un romanzo erotico che mescola storia, leggenda, guerra e amore.
Consigliato agli amanti dello storico e dell'erotico soft, a chi ama immergersi in un libro che trasporta in un epoca lontana, agli appassionati della mitologia e delle Amazzoni.

'Oh mia dèa, se questo non è il paradiso, il mondo non ha più senso.'

giovedì 23 marzo 2017

Segnalazione - LASCIATEMI DORMIRE di Tinta

Ed eccovi l'ultima segnalazione per Les Flaneurs Edizioni.
Conosciamo meglio il romanzo "Lasciatemi dormire" di Tinta.
Andiamo a sbirciare!











SINOSSI: La mia vita non è stata per niente facile. Per niente»: con queste parole Tiziana inizia il racconto di un’esistenza condotta come in trance, di un percorso che la porta dalla famiglia di origine, anaffettiva e ostile, al matrimonio con un uomo più anziano che le consente di vivere nell’agio e può soddisfare ogni sua richiesta. Eppure lei non riesce a strappare il velo di tristezza con cui filtra tutte le sue esperienze, e si trascina dall’una all’altra come se nulla avesse senso. Fra le persone che incontra, solo Angela sembra aver capito quanto abbia bisogno di un’amica a cui sorreggersi.

DOVE TROVARLO: https://www.amazon.it/dp/8899500533/







Eccovene un assaggio!










[...] Mi manca, e per sentire meno la sua mancanza ho deciso di scrivere, a modo mio, la sua storia. [...] 

















L'AUTRICE: Tinta ha esordito nel 2006 vincendo il concorso “Carte Segrete”; sempre sotto pseudonimo ha pubblicato "Lettera aperta ad un amante" (Wip 2008), "L’eros: tanti colori una sola tinta" (Wip 2009), "Una donna (quasi) scaduta" (David and Matthaus 2013), "La fine dei giochi" (Lettere animate 2016). Ha collaborato ad antologie e opere corali, spaziando dall’erotismo al sociale, dalla narrativa alla poesia. Nel 2016 è arrivata finalista al premio internazionale “Antonia Pozzi” ed è stata insignita della Rosa d’argento dal Comune di Roseto degli Abruzzi.

Segnalazione - IL TESORO DELLE MERAVIGLIE di Imma D'Aniello

Per la seconda segnalazione di oggi per Les Flaneurs Edizioni, conosciamo insieme il romanzo di dal titolo "Il tesoro delle meraviglie".
Andiamo a sbirciare!







SINOSSI: Venezia, 1758. Dopo la morte di suo padre, ucciso di notte in circostanze oscure, la vita della contessina Maria Teresa Spina è a un bivio: sposare un uomo che non ama o partire per Napoli alla ricerca del prezioso tesoro di famiglia?
La giovane donna non ci pensa due volte. Viaggia da Venezia fino a Napoli, in compagnia dell’unico uomo per cui arde di passione: Marco, un affascinante soldato. Trovano ospitalità nel palazzo dei Filangieri, ma imprevisti e colpi di scena mettono in serio pericolo la vita della contessina e portano alla luce uno squallido complotto. Anche il rapporto con Marco sembra essere compromesso per sempre, a causa di un doloroso equivoco… Il tesoro delle meraviglie è una storia d’amore d’altri tempi, tra sguardi rubati e baci mancati, ma con le sfumature di un racconto d’avventura. Mentre i protagonisti si struggono di passione, la ricerca dello scrigno, i travestimenti carnascialeschi e le cospirazioni rendono il ritmo della narrazione vorticoso e avvincente.







Eccovene un assaggio!










[...] Lei restò immobile. La felicità esplose nel suo cuore e sul suo viso sbocciò un sorriso. Lo baciò con immensa passione, e ancora una volta e poi ancora e ancora, fino a quando si fermò stremata. Guardò il cielo sereno e ripensò a suo padre, che probabilmente dal paradiso le stava dando la sua benedizione. [...]















L'AUTRICE: Imma D’Aniello è nata e vive a Napoli. Ha pubblicato racconti, poesie e aforismi in numerose antologie. I suoi ultimi ebook sono "Sotto il cielo di Parigi", "Non ti dimentico", "Levigo il vento e ti vengo a cercare" (Delos Digital).