venerdì 6 aprile 2018

PASSI D'AUTORE - Recensione - MAGNIFICO ASSEDIO di Emily Pigozzi


Oggi, per la rubrica Passi d'Autore, torna a trovarmi Emily Pigozzi, cara Amica e Autrice talentuosa.
Oggi, vi presento il suo romanzo erotico, dal titolo "Magnifico Assedio".
Andiamo a conoscerlo nel dettaglio!





Ornella De Luca l'ha recensito per noi!







SINOSSI: [...] Con lui ho capito cosa significa il termine passione, il godimento più puro, che è ancora più speciale perché si fonde con qualcosa a cui non sono ancora riuscita a dare un nome. Forse è l’amore, ma chi l’ha mai provato davvero? Nei ragazzi che ho conosciuto finora non c’è niente del mare di forza, dolore e di vita bruciante che Fabrizio porta con sé.
E l’incredibile è che lui non se ne accorge nemmeno. Non si accorge che con lui sto cambiando il mio modo di essere, e la cosa mi esalta e mi terrorizza. Siamo chiusi in questo assedio, ancor più mentale che fisico, a testare i nostri limiti, a sfidarci, a imparare a comprendere la nostra capacità di amare. [...]
Per Fabrizio Brandi, ex parà della Folgore e ora ispettore di polizia della Criminalpol, il lavoro è la cosa più importante e lo basa totalmente sull’ istinto. Lui è la carta pazza, quella che sconvolge tutto e va oltre le regole senza farsi domande. Almeno finché il suo nuovo incarico non lo mette alla prova. Nina Orlando, giovane e bellissima, è la figlia di un importante uomo d’affari divenuto collaboratore di giustizia, e Fabrizio viene assegnato alla scorta che dovrà accompagnarla al sicuro in una località sconosciuta. Nina è viziata, ribelle, abituata ad avere tutto ciò che desidera, ma anche terribilmente sensuale. Lontani dai loro mondi e costretti a stare insieme i due non potranno che fare scintille, in un crescendo di attrazione impossibile da controllare.









Sin dalla sua pubblicazione, "Magnifico assedio" è riuscito a scalare le vette delle classifiche Amazon e a restarci per settimane, superando anche grandi nomi della narrativa italiana. 
Già conoscevo lo stile di quest'autrice e, anche in questa nuova lettura, mi aspettavo un prodotto avvincente e uno stile pulito, senza refusi e dai periodi scorrevoli. E, infatti, così è stato.
Fabrizio Brandi vive per il commissariato in cui lavora, per lui la professione di poliziotto non è solo un mestiere, ma una ragione di vita. Lo aiuta a non guardare dentro se stesso e fare i conti con un passato di solitudine e abbandono. Per lui i rapporti di coppia sono esclusivamente avventure da una notte, non può e non vuole concedersi nulla di più. È un cacciatore notturno che sceglie ogni volta una preda diversa.
Nina Orlando è la principessa dell'alta società romana, all'apparenza frivola e viziata. Vive con il padre, che non perde occasione per accontentare ogni suo desiderio, fino al momento in cui la sua vita cambia drasticamente. 
Il genitore viene arrestato, e lei assegnata a un gruppo di poliziotti che hanno il compito di proteggerla e portarla in un luogo sicuro, fino alla fine del processo. All'inizio, Nina non vive bene questo cambiamento e sfoga la sua frustrazione nei confronti dei poveri poliziotti che devono sopportarla senza poter ribattere nulla. 
Tra questi vi è proprio Fabrizio, con cui Nina sembra non andare d'accordo, ma i disegni del destino a volte seguono percorsi inaspettati. Cosa riserverà la sorte ai due?







"Tu mi farai impazzire" sussurra arreso, iniziando a toccarmi piano.
"In guerra e in amore tutto è concesso, non lo sapevi?"
"E questo che cos'è, Nina?"
"Non lo so" lo provoco: "dimmelo tu."










Ho faticato a entrare in sintonia con la protagonista femminile che, malgrado il trauma dell'arresto e il ricordo della morte tragica della madre, mi è parsa come una ragazzina dalla vita semplice, forse fin troppo. Ecco, perché ho preferito la Nina della seconda parte del romanzo, più matura e volitiva. 
Fabrizio Brandi, invece, è il personaggio che sin da subito è riuscito a incuriosirmi, probabilmente perché ho scorto in lui il "non detto", qualcosa che sarebbe venuto fuori nel corso della lettura. 
I temi trattati sono molteplici: la droga e le conseguenze della sua assunzione, il binomio potere/malavita, i traumi dell'infanzia che hanno un riflesso costante nella vita da adulti, il passaggio dall'adolescenza dorata alla vita vera. 
Ho apprezzato anche il cambio di location: da Roma a un paesino dell'Europa centrale. Il clima rigido e impervio ha fatto da sfondo perfetto per la nascita della storia d'amore tra Fabrizio e Nina, un gelo che ha saputo "sciogliere" il cuore d'entrambi. 
"Magnifico Assedio" racconta una storia di buio e luce, la rinascita di due protagonisti agli antipodi, che trovano il modo di incontrarsi, scontrarsi e non lasciarsi andare mai più. 
Consigliato a chi ama il romance condito di azione, agli amanti dell'erotico e del romance erotico, a chi ha un debole per i protagonisti maschili complicati, ma dal cuore tenero.
Ornella De Luca
(Editing a cura di Linda Bertasi)



IL VOTO DI ORNELLA






Ornella De Luca nasce nel 1991 a Messina.
Laureata in "Teorie e tecniche della comunicazione giornalistica e dell'editoria" all’Università degli studi di Messina con il massimo dei voti.
Si distingue in numerosi premi letterari; gestisce il suo Lit-Blog Coffee, books and dreams, collabora con '900letterario e recensisce sul suo canale YouTube.
Pubblicazioni:
- La consistenza del bianco (Onirica Edizioni)
- Il sacrificio degli occhi (Onirica Edizioni)
- I colori del vetro (YouFeel Rizzoli)
- Adesso apri gli occhi
- L'ultima lanterna della notte
  

2 commenti: