martedì 20 novembre 2018

Segnalazione - BRAVE WOMAN di Anisa Gjikdhima

Oggi, torna a trovarmi Anisa Gjikdhima, in occasione dell'uscita del suo nuovo romanzo, dal titolo Brave Woman, terzo capitolo della serie Falco.
Andiamo a conoscerlo nel dettaglio!









SINOSSI: Kasandra Reyes non ha mai avuto una vita facile. Cresciuta nella paura e vittima della crudeltà umana ha deciso di tenere fuori il mondo dalla sua esistenza. Solo alla sua famiglia è concesso di avvicinarsi, sapere e conoscere i suoi tremendi segreti, ma Adrian Herrera, barista e recente pilota di villa Falco, ha deciso di corteggiarla e non è disposto a lasciarla andare finché lei non cederà alle sue avance. Kasandra sarà così coraggiosa da soccombere ai sentimenti di quest’uomo, disposto a tutto per lei, o la paura di essere distrutta la farà chiudere ancor di più in se stessa? Adrian non sarà l’unico a volerla e lei dovrà fare l’ultima mossa per decidere il suo destino e quello della sua famiglia. 
Bentornati a Cuba dove amore, dolore, segreti e colpi di scena vi attendono, lasciandovi fino all’ultimo con il fiato sospeso.

DOVE TROVARLO: https://www.amazon.it/dp/B07KPN1CK7/







Eccovene un assaggio!



[...] Ride con fare tiranno. «Sai che due come noi sono perfetti insieme.» Appoggia il braccio sul sedile sopra le mie spalle, evitando di toccarmi. «Pensi che il barista sia quello giusto? Come potrebbe starti a fianco, sapendo che sei tu quella che comanda? Andiamo, Kasandra, quelli come noi non possono avere la felicità, ma ciò che li rende potenti.» [...]









L'AUTRICE: Anisa Gjikdhima è l'autrice di "Bello ma dannato", "Moya", Serie "Madness" e Serie "Falco", romanzi tradotti in diverse lingue. Vive in Italia con la sua famiglia, un cane, un gatto e due tartarughe. Amante del cioccolato, il buon vino e tanti libri da leggere.


lunedì 19 novembre 2018

INTERVISTA A MELANY STAR


Ciao Melany, benvenuta nel mio blog. Scrivi sotto pseudonimo, perché questa decisione?

Ciao Linda, e grazie per la tua curiosità. Lo pseudonimo libera la mente secondo me.  Ho letto molti romanzi  di perfette sconosciute e, quando arrivavo alla fine, mi chiedevo chi poteva averli scritti e su quali molle avessero contato,  non tanto per imbastire la trama, ma per annodare gli episodi con le emozioni. Il nome non mi diceva niente e, nella maggior parte dei casi, erano appunto pseudonimi; mi sono accorta che non era poi così importante.  Sono partita da lì, quando ho deciso di scrivere il mio romanzo. Mi sono accorta che, al solo pensare che avrebbero letto il nome di un’altra, mi scatenava la fantasia. Per recitare si deve essere un po’ schizofrenici, sdoppiare la propria personalità; ecco, credo valga la stessa cosa anche per uno scrittore. 

La laurea in Storia e l’impiego come giornalista. Ti sei occupata di eventi e hai seguito anche visite di capi di Stato e fatti di cronaca di interesse internazionale. Come si è accesa in te la scintilla della scrittura? 

Appunto per questo. Assistendo ad eventi pubblicisi vedono un sacco di cose. Dove c’è una concentrazione di persone, soprattutto di provenienza diversa per cultura e ceto sociale, si possono notare davvero molti particolari: sensazioni, emozioni, tanto più se c’è il patos di un evento internazionale, su cui sono puntati i riflettori di tutto il mondo. 
Mi ha sempre colpito  quello che non viene detto, più di quello che viene dichiarato, ciò che sembra non accada, piuttosto di ciò che accade, e ai giornalisti capita di raccogliere gli sfoghi degli addetti alla sicurezza o al cerimoniale, sono gossip, con la differenza che non si possono divulgare, perché la deontologia  ti chiede di proteggere le fonti e perché rischi di perdere l’accredito per l’evento successivo. Volevo scrivere quello che non avevo ancora letto in nessun libro. 

Hai trascorso la tua infanzia negli Stati Uniti. Parlacene. 

Ho trascorso l’infanzia negli Stati Uniti e, infatti, ogni tanto qualcosa emerge nei miei libri. Sugli americani e sugli Stati Uniti, davvero c’è una letteratura vastissima; un'italoamericana, secondo me, deve puntare a raccontare il suo vissuto a metà tra Italia e Stati Uniti, un’esperienza in cui potrebbero riconoscersi anche molti altri, che si sono trasferiti  da soli o con la famiglia lasciando le loro radici, l’immigrazione è nata con l’uomo. 

Quali sono i tuoi autori preferiti e, tra loro, c’è qualcuno che consideri tua Musa?

Oh sì, molti. Ne cito uno, però, Umberto Eco e il suo “Il nome della rosa”. Un libro fantastico,  secondo me , perché ha tutto quello che amo: la storia, raccontata  da uno storico che non  si fa ingannare dagli stereotipi(nelle sue pagine restituisce al medioevo quello che gli spetta, ossia l’immagine di un'epoca dove c’erano luoghi e uomini molto illuminati, del resto anche la storiografia progredisce nei metodi esattamente come la scienza), il mistero, la passione, la sensualità quella atavica, la politica, la bellezza, l’arte. 

Nel 2018, esordisci con “Settembre Veneziano” Cosa troveranno i lettori al suo interno?

Gli ingredienti che ho citato: mistero, passione, politica, arte, un po’ di storia, il glamour e  la leggerezza. Mi divertono le coppie che battibeccano , che si stuzzicano soprattutto nei momenti più drammatici, perché è il modo per uscirne meglio. 
Le prevaricazioni sono divertenti, se prese a piccole dosi. E’ un giallo ambientato nelle calli e nei palazzi veneziani, dove i discendenti di antiche famiglie veneziane si sono ritagliati un loro spazio anche in una Venezia affollata dal turismo "mordi e fuggi"; più che altro sono un pugno di veneziani a dividere la bellezza unica della città con i vip, vivendo in un mondo parallelo che non entra mai in contatto con il turismo di massa. 
Ecco, questa è una delle cose che volevo raccontare: Venezia è uno scrigno che si apre a pochi, esattamente come un tempo, non è vero che sta morendo. Certo si sta svuotando di una generazione di residenti, ma ne sta acquisendo altri con più potere economico e politico. Il libro ruota attorno a questi ambienti che permettono, a chi li frequenta, di controllare il mondo, proprio come un tempo faceva la Repubblica “Serenissima”. C’è un potere e un contropotere, e in mezzo rimane coinvolta una coppia: lei, una giornalista curiosa che indaga su un suicidio, temendo si tratti di un femmicidio; lui, un esperto d’arte che viene trascinato in indagini in cui pare che ci provi gusto, tra saloni mozzafiato, pied-à- terre e calli nascoste.


https://www.amazon.it/Settembre-veneziano-maggior-parte-fatti-ebook/dp/B0791MNV3Y/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1535634687&sr=1-1&keywords=settembre++veneziano



Quali tematiche affronti?

Il femminicidio e il potere in generale. Sì, perché anche ammazzare la propria amante, la propria compagna,  o la donna di una notte, è un modo per rivendicare il proprio potere di un uomo su una donna. Questo è, forse, l’ultimo anello di una lunga catena, però, dove al vertice non ci sono i capi di stato, ma contropoteri che si muovono nell’ombra  e  sono molto più forti. Non si tratta di paranoia. In questo pianeta si può comprare tutto, anche il consenso elettorale, e non mi riferisco allo scambio volgare di denaro, o di posti di lavoro. Chi ha molto denaro può pagare opinion leaders, pilotare capi religiosi e trasformare arabi disperati in kamikaze pronti a tutto, può finanziare campagne  stampa e distruggere l’immagine di persone autorevoli scomode, può assoldare Killers  e decretare in una guerra il vincitore, fornendo armi e logistica, può dirottare l’odio di interi popoli contro altri popoli e dividere per avere più controllo. In tutto questo, mi piace pensare che ci sia chi riesce a farla franca,  a districarsi  nel guazzabuglio di chi è contro chi, a non prendersi troppo sul serio  e a divertirsi come la coppia  di “Settembre  veneziano”. 

Quale messaggio vuoi trasmettere?

Che si può sopravvivere e, a volte, anche vivere con serenità, se riusciamo a sorridere e a ridere di noi stessi, a prenderci in giro e ad accettare che lo facciano gli altri, evitando la prevaricazione ossessiva nel lavoro e nella vita privata. 

Qual è stato l’input per questo libro?

Una frase: "L'amore inizia con un'immagine; la lussuria con una sensazione". Lo ha detto Mason Cooley. 
Ho pensato che è vero: tutto inizia con una sensazione, e poi ci ha messo lo zampino il mio lavoro, quello di giornalista. Prima ancora, la voglia di scrivere qualcosa che non fosse legato alla nuda cronaca. Mi sono divertita, mi sono sfogata, come se avessi fatto una maratona e ora ci ho preso gusto. Se qualcuno mi vuole leggere e dirmi cosa pensa della mia follia sono qui, ma credo che continuerò a scrivere anche se appassionerò nessuno, perché è troppo divertente. 

Perché il terrorismo?

A Venezia, in questi anni, non si parla  d’altro. E’ una città che ha molto da perdere se esplode un ordigno. Se palazzo Ducale venisse cancellato da un attacco terroristico,  scomparirebbe un luogo che conserva la memoria di un governo che ha controllato il mondo, e si tratta di un patrimonio che può insegnare ancora molto alle future classi dirigenti. E poi, se si parla di contropoteri, il terrorismo è affascinante, pur essendo agghiacciante.  

Hai mai pensato di cimentarti in uno storico, vista la tua laurea?

Sì, certo. Ci vuole tempo, però, per la ricerca storica.  Vorrei raccontare, anche in questo caso, qualcosa che non tutti sanno e un po’ ci sto provando con il secondo libro. 

Il tuo pensiero sul Self Publishing?

Be', l’ho scelto e lo sto sperimentando. Mi piace e credo piaccia anche agli editori di libri cartacei. Mi risulta che il  Self Publishing fornisca, su un piatto d’argento, un romanzo di successo, o avviato  verso il successo. Quanti libri sono stati stampati e rimasti invenduti? Ci sono scrittori che non convincono e, se fosse per le case editrici, rimarrebbero sconosciuti, e altri che convincono e si rivelano un flop. Così, c’è una possibilità per tutti. Ho letto un’intervista dello scrittore Camilleri, in cui spiegava che per anni gli editori lo hanno snobbato! Cesare  de Michelis, fondatore della Marsilio Editore scomparso quest’estate, diceva  che è più difficile vendere un libro che scriverlo. 

Progetti in cantiere?

Un secondo libro certo, che avrà ancora Venezia come scenario, ma più agganci internazionali. 

È stato un piacere ospitarti nel mio blog. In bocca al lupo!

Vorrei risponderti “crepi”, ma lo sai che non c’è rifugio migliore della bocca di un lupo. L’augurio nasce proprio da  questa costatazione, io spero di poter contare sempre sulla bocca di un lupo!

Per seguire Melany   MELANY STAR

sabato 17 novembre 2018

Segnalazione - IL KARMA DEL DRAGO di Lorenzo Visconti

Per la terza pubblicazione Amazon Publishing, vi presento il romanzo Il Karma del Drago di Lorenzo Visconti, quarto capitolo della serie Dragon.
Andiamo a conoscerlo nel dettaglio!







SINOSSI: L’anno nuovo è iniziato male per il Drago, che assiste impotente a una tragedia che segnerà Lara Serrano, la sua ex collega in polizia, ma non lui. L’investigatore molto sui generis ha infatti perso da tempo la fiducia nell’umanità e raramente si lascia commuovere. Alcuni comportamenti però non li sopporta da sempre: la violenza contro gli animali e la spregiudicatezza di certi ricchi boriosi. Così, quando lui e il suo socio Jamel vengono coinvolti nei casi di un pet-influencer rapito e di un broker milanese con qualche conto in sospeso, decide di accettarli entrambi. Il primo per convinzione, il secondo per i soldi. Ma non ha messo in conto i sentimenti. E il karma. Perché prima o poi quello che fai, buono o cattivo che sia, ti torna indietro. Con "Il karma del Drago" Lorenzo Visconti riesce a far convivere la Milano dell’alta finanza con quella delle periferie, tra uffici pretenziosi e mefitiche palestre di boxe.

DOVE TROVARLO: https://www.amazon.it/karma-del-Drago-Dragon-Vol-ebook/dp/B07FSDM8D7/








Eccovene un assaggio!


«Sono la versione depravata della fatina dei denti: invece di lasciarti un euro per ogni dentino, i denti te li rompo io e ti chiedo pure i soldi.»





 



L'AUTORE: Lorenzo Visconti è lo pseudonimo dello scrittore Paolo Roversi. Dopo "La legge del Drago", "Le piume del Drago" e "Il morso del Drago", "Il karma del Drago" è il nuovo episodio della serie crime “Dragon”, scritta in esclusiva per Amazon Publishing.
La pagina ufficiale della serie è http://drago.paoloroversi.me/

Segnalazione - OGNI VOLTA CHE SONO SOLO CON TE di Amabile Giusti

Per la seconda pubblicazione Amazon Publishing, vi presento il romanzo di Amabile Giusti, dal titolo Ogni volta che sono solo con te.
Andiamo a scoprirlo da vicino!






SINOSSI: Quando l’amore arriva è come pioggia che nutre la terra: anche il cuore più indurito ricomincia a battere
Harrison Duke, fascino selvaggio e pessimo carattere, è un ex scrittore di successo. Il burrascoso divorzio da una vanesia diva di Hollywood, il flop del suo ultimo romanzo e un pericoloso attaccamento alla bottiglia lo hanno spinto a rifugiarsi in una baita sperduta fra le montagne del Wyoming. Tormentato da un triste segreto e in cerca di una nuova dimensione, Harrison vive in solitudine, lavora duramente ed evita ogni contatto umano, specie femminile. Tornare a scrivere è fuori discussione ma un giorno il suo ex agente gli propone di concedere un’intervista a Leo Tucker, giovane giornalista di talento, e Harrison a malincuore accetta. Salvo pentirsene non appena realizza che Leo è diminutivo di Leonora. Quello che avrebbe dovuto essere un breve incontro si prolunga inaspettatamente, e i due sono costretti a condividere per giorni la spartana baita, isolati dal mondo, con effetti disastrosi. Non è facile sopportarsi quando si è più che determinati a odiarsi. Ma cosa potrebbe succedere se la convivenza forzata si rivelasse più piacevole del previsto?

DOVE TROVARLO: https://www.amazon.it/Ogni-volta-che-sono-solo-ebook/dp/B07D79SHZQ/











L'AUTRICE: Amabile Giusti è calabrese. È un ex avvocato che ormai si dedica completamente alla scrittura. La sua vita è scrivere romanzi e il suo sogno nel cassetto è vivere in un casale, dove inventare le sue storie circondata dal verde e da tanti animali.
Per farla felice, regalatele un saggio su Jane Austen, un ninnolo di ceramica blu, un manga giapponese o una pianta grassa piena di spine. Amabile spera di invecchiare lentamente (sembra sia l’unico modo per vivere a lungo), ma mai invecchiare dentro. Ascolta molto e parla poco ma, quando scrive, non si ferma più... Dal 2009 ha pubblicato numerosi romanzi molto amati dal pubblico: "Non c’è niente che fa male così", "Cuore nero", la serie di "Odyssea" ("Oltre il varco incantato", "Oltre le catene dell’orgoglio", "Oltre i confini del tempo", "Oltre il coraggio del sacrificio"), "L’orgoglio dei Richmond", "Solo non si vedono i due liocorni", e con Mondadori "Trent’anni e li dimostro" e "La donna perfetta". Per Amazon Publishing ha scritto "Tentare di non amarti" (2015), il sequel "C’è qualcosa nei tuoi occhi" (2016), "È un giorno bellissimo" (2017) e "Perché la notte appartiene a noi" (2018).

Segnalazione - PARIGI, AMORE E ALTRI DISASTRI di Marta Savarino

Oggi, per le pubblicazioni Amazon Publishing, vi presento il romanzo di Marta Savarino, dal titolo Parigi, amore e altri disastri.
Andiamo a conoscerlo nel dettaglio!







SINOSSI: Si può resistere al profumo dell’amore quando Parigi si veste di primavera?
Nadia vive a Torino, è giovane e un po’ cinica, con molto senso dell’umorismo e un talento per i disastri sentimentali. Carina e spavalda, si aggiudica il lavoro dei suoi sogni, diventando l’assistente personale del supermanager Andrea Gilardi, scapolo d’oro e irriducibile dongiovanni. Travolta all’istante dal fascino del giovane imprenditore, il cui irresistibile profumo la inebria oltre ogni dire, Nadia si innamora perdutamente, mentre lui imperterrito colleziona fidanzate. Un giorno, in modo del tutto inaspettato, Andrea la invita a cena e nella notte appassionata che trascorrono insieme i romantici sogni della ragazza sembrano avverarsi. Peccato che al mattino per lui sia già tutto finito. Furiosa e col cuore a pezzi Nadia fugge a Parigi in cerca di pace, ma un profumo, quel profumo, torna improvvisamente a sconvolgerla ancora. Tra una fuga e un batticuore la disillusione ha però un gusto amaro e l’affascinante manager sembra avere davvero poche chance di riconquistare la testarda ragazza.

DOVE TROVARLO: https://www.amazon.it/Parigi-amore-altri-disastri-Savarino-ebook/dp/B07B8GNNFY










L'AUTRICE: Marta Savarino nasce a Torino nel 1981. Vive con il marito e le due figlie a pochi chilometri dal capoluogo piemontese. Fin da giovanissima ha la passione per i romanzi storici e la storia francese, di cui predilige il periodo di Luigi XIV, il Re Sole. Il suo scrittore preferito è Stephen King. Adora viaggiare e ama la Francia e la Scozia tanto da ambientarci le sue storie. È autrice di romanzi storici e romance contemporanei che pubblica dal 2011: "Fuga da Versailles" (2011), "La Vendetta di Isabelle" (2014), "La promessa di Jeanne" (2014), "La Strega di Skye" (2014), "La Maschera Rossa" (2015). Con Amazon Publishing ha già pubblicato "Tutta colpa del tè" (2015), "Ho sempre voluto te" (2017) e "Quel che sarà di noi" (2018). 
Sulla sua pagina Facebook (www.facebook.com/martasavarinoautrice) si trovano molte curiosità sui suoi libri.

venerdì 16 novembre 2018

COVER REVEAL - MISTAKE di Emma Altieri

Oggi, vi presento il romanzo di Emma Altieri, dal titolo Mistake, in occasione del COVER REVEAL dedicato allo Spin-Off di Smartness Series.
Andiamo a conoscerlo nel dettaglio!












SINOSSI: Ian Crow non sa ancora cosa gli riserverà la vita. Abituato a vivere all’ombra della fama del fratello e sotto la pressante presenza di suo padre, si è convinto di essere un fallimento.
Kate Johnson ha sofferto molto e, chiusa nei suoi pensieri, si scontrerà con un ragazzo che sconvolgerà tutto il suo mondo.
Ahimè, il destino beffardo li metterà uno contro l’altro.
Saranno così forti e determinati da ritrovarsi?
Questo spin-off della "Smartness Series" vi svela tutto quello che non avete osato chiedere prima su Ian Crow.









Eccovene qualche assaggio!











L'AUTRICE: Emma Altieri è uno spirito libero, sempre in cerca di una meta definitiva per mettere radici. Nasce in Italia, al nord, ma poi viaggia per gran parte della sua vita fino a quando conosce quello che ora è suo marito e decide di fermarsi. E’ sempre stata attratta dalla scrittura, fin da bambina. Negli anni dell’adolescenza, ha scritto numerose poesie in cui ha racchiuso tutti i suoi sentimenti. In età adulta ha deciso di mettere alla prova le sue capacità iniziando con brevi racconti e FanFiction su EFP fino a decidere di buttarsi nel mondo del self-publishing e provare a pubblicare i suoi romanzi, rimasti per anni racchiusi nei cassetti. 
Pubblicazioni:
- "Adrenalin” (Smartness Series #1), 2017
- “Scars – Frammenti di noi” scritto a quattro mani con Catherine BC, 2017
- “Restless” (Smartness Series #2), 2018
- Mistake”(Spin-off "Smartness Series"), in uscita il 24 novembre 2018