venerdì 21 aprile 2017

Recensione - UN INCONTRO SUBLIME di Celeste Degli Iblei

Oggi recensisco il romanzo di Celeste Degli Iblei dal titolo "Un incontro sublime" edito da Delos Digital, primo capitolo della serie "Sublime".
Un libro coinvolgente che mi ha letteralmente rapito, ma andiamo a conoscerlo nel dettaglio.


 







SINOSSI: Un viaggio al di là dell'oceano. Victoria Wood arriva in Italia con un gruppo di colleghi di Yale, vincitori del progetto interculturale che li vedrà ospiti del corso di letteratura italiana del temuto professor Manfredi Valentini. Un incontro che cambia tutto. Un'attrazione che travolge la vita di Victoria, rendendola vittima del fascino del misterioso Manfredi, che entra nella sua vita come un uragano, con la passionalità tipica dei maschi italiani. Un desiderio incontrollabile, impossibile da arginare. Sullo sfondo di una Roma indimenticabile, incantati dalla poesia italiana, "Un incontro sublime" dà inizio alla serie "Sublime". 
– Che cosa sto diventando? 
– Mia. Stai diventando mia.






ROMA - Victoria è una ragazza americana, in viaggio-studio con gli amici; ha vinto uno stage con i compagni nell'ateneo di Roma ed è impaziente di vivere questa esperienza.
Durante una gara clandestina, conosce un centauro misterioso che la soccorre dopo una brutta caduta con la Vespa. Victoria è attratta e incuriosita, ma la sorpresa sarà grande quando scoprirà che il centauro affascinante altro non è che Manfredi Valentini, il suo professore universitario.
L'attrazione tra i due è indomabile, difficile mantenere le distanze e rispettare i ruoli che ricoprono. Entrambi cercano di lottare contro questo sentimento, entrambi nascondono ombre nel loro passato. Cosa riserverà loro il destino?

L'ambientazione è nella città eterna, Roma. Chi mi conosce, sa della mia grande passione per le descrizioni che catapultano il lettore nella storia e, qui, sono stata ampiamente soddisfatta. Un'eccezionale dovizia di particolari ci presenta Roma attraverso profumi, suoni, odori e colori. Gli autori del passato come Pirandello, Leopardi e Calvino vengono citati sapientemente dall'autrice e ci raccontano l'Italia con i loro echi. Lo scorcio di Roma, visto da una finestra, ci trasmette l'atmosfera che si respira, ci fa innamorare di questa città. Un'istantanea perfetta dove il cicaleccio italiano risuona goliardico.




'Lo guardai allontanarsi e tutto intorno a me diventò confuso, persino i rumori. Avevo le gote in fiamme, le gambe molli e il cuore che martellava. La voce di lui continuava a rimbombarmi nelle orecchie mentre l'odore di tabacco, mescolato a quel profumo forte, rendeva il distacco ancora più doloroso.
Lui era il mio professore. Io ero solo una alunna. Una stupida e insignificante alunna.' 






La caratterizzazione dei personaggi è convincente. Victoria è la protagonista principale, studentessa americana ingenua e dolce, timorata e delicata; possiede una bellezza unica nella sua semplicità. Molto piacevole la scelta dell'autrice di usare una donna non da copertina, reale come possiamo esserlo noi lettrici. Victoria affronterà un viaggio introspettivo, l'incontro con il professore la farà crescere e sentire donna, capace di gesti inattesi.
Manfredi è il protagonista maschile; sexy e uomo di mondo, vive di passioni ed è un amante eccezionale. Sarà curioso e divertente vederlo in ginocchio a causa di una ragazzina inesperta. Sembra che alberghino in lui due personalità distinte: quella posata e inflessibile del professore universitario, contrapposta a quella innamorata e spregiudicata del centauro che partecipa alle corse clandestine. In lui si intravede una grande tristezza e zone d'ombra difficili da inquadrare.

Il testo è composto da due POV: quello di Victoria e quello di Manfredi. Il pov maschile è molto interessante, profuma di poesia e di passato; il professore è molto evocativo nel descrivere la bellezza della ragazza, i suoi occhi celano un mondo inesplorato e una malinconia che deve essere svelata.
L'erotismo è portato ai massimi livelli, pur senza contenere nulla di spinto. Questo è un romanzo che definisco più romance che erotico: la tensione sessuale è innegabile ma il sentimento regna sovrano; Victoria è paragonabile a una vergine che riesce a far strisciare un uomo ai suoi piedi con il proprio innegabile candore.
Ho amato particolarmente la scena del loro primo bacio, degli sfioramenti accennati e della pizza consumata sul letto; il desiderio gronda dalle pagine ma con raffinatezza




'Adesso era mia. La sua bocca si era concessa a me. Divorandola, mi presi il suo sapore e la sua bellezza, che neanche la luce del sole poteva oscurare.
Nessuno a parte me.
Sapeva di vaniglia e fragola anche lì, dove la lingua aveva lasciato uscire tutte le parole che ci eravamo detti fino a quel giorno. La bocca dove erano nati tutti i sorrisi che mi aveva regalato. Che erano solo miei.' 





I temi affrontati sono: la passione, la paura di amare, i segreti e la fiducia. Qui è evidenziato il potere di un desiderio che nasconde un amore sin dal primo sguardo; Victoria sfiora il cuore di Manfredi e, allo stesso modo, lui la aiuta a superare le proprie paure. Proprio questo è il messaggio del libro: affrontare i propri demoni, i chiaro-scuri della nostra anima, scavare sotto le apparenze per giungere alla verità.
"Un incontro sublime" è la storia di una passione rovente e inaspetatta.
Una ragazza che ancora non sa cosa sia l'amore, un uomo abituato alle donne che maschera una tristezza segreta, un viaggio-studio che si accende di desiderio.
Due anime diverse eppure legate da un denominatore comune: il gelo che avvolge loro il cuore; li frena, li distanzia e, sullo sfondo, la città eterna.
Consigliato agli amanti del romance e dell'erotico, a chi cerca una storia d'amore e passione che si beve in un sorso, a chi ama le ambientazioni italiane che sanno davvero di Italia. A chi ancora non conosce la magnifica penna di Celeste Degli Iblei.

'Non era troppo piccola. Sarebbe cresciuta con le mie mani addosso e sarebbe diventata una donna. La mia donna.










giovedì 20 aprile 2017

Segnalazione - NEMMENO IN CAPO AL MONDO di Giulia De Sanctis

Oggi per le segnalazioni Delos Digital Collana Senza Sfumature, vi presento il nuovo romanzo di Giulia De Sanctis dal titolo "Nemmeno in capo al mondo".
Andiamo a sbirciare nel dettaglio questo libro che non mancherò di recensire.








SINOSSI: Luca vive a Londra da due anni. È stata la paura per il futuro a spingerlo a scappare da Milano? Questo non lo sa e quando decide di ritornare per cercare Martina, la ragazza che ha lasciato, parte all'improvviso con tanti dubbi nella testa e senza sapere che fine abbia fatto. Quella che trova è una ragazza molto diversa dalla Martina che ricorda: è inquietante, irresistibile e... con uno scheletro nell'armadio. Accade tutto in poche ore sullo sfondo di una Milano romantica e preziosa, tanto amata e odiata allo stesso tempo.

DOVE TROVARLO: http://delos.digital/9788825401691/nemmeno-in-capo-al-mondo











Eccovene un assaggio!


[...] Quando Martina apre la porta dell’appartamento nei pressi dei Navigli, mi trovo di fronte una ragazza mai vista prima, con gli occhi cerchiati da ombre violacee e capelli lunghi, color nero corvino. Indossa un maglione di lana grossa che le arriva fino alle cosce e va a piedi nudi. Sulla caviglia destra ha un grosso tatuaggio: raffigura un'araba fenice. 
– Ehi… – le dico. E ora? La lingua si impasta nella bocca. La salivazione aumenta di colpo insieme all’imbarazzo. 
 – Ciao, Luca. Quanto tempo. Chiude la bocca, serra le labbra: sembra reprimere un pensiero istintivo. Si alza sulle punte dei piedi e mi accoglie con due baci sulle guance, senza guardarmi negli occhi. Poi si scuote e continua: – Dai vieni, entra. Sembra più disinvolta di me. 
Entro, con la sacca a tracolla, una mano nella tasca dei jeans, la testa infossata nelle spalle quasi a voler scomparire. Nonostante l'appartamento sia molto accogliente, mi sento un estraneo. Ci sono dei quadri appesi alle pareti. Olio su tela raffigurante paesaggi naturali, alcuni astratti. Materie scomposte di colori accecanti. L’aria è calda e le luci sono soffuse. L’ambiente non rispecchia molto la Martina che mi cammina davanti. Forse non ha avuto abbastanza tempo per cambiare tutto, forse c'è ancora qualcosa della mia vecchia ragazza. [...]









L'AUTRICE: Giulia De Santis, classe 1978, nasce a Fermo dove vive fino al diploma di Maturità Scientifica. Si trasferisce a Bologna per intraprendere gli studi di Ingegneria. Si laurea con una tesi svolta presso la University of the West of England e torna nel paese natale dove vive con Mia, una cagnolina di due anni. È ingegnere e scrive per passione.

mercoledì 19 aprile 2017

Segnalazione - L'AMORE POSSIBILE di Federica Santoro

Oggi vi presento il romanzo "L'amore Possibile" di Federica Santoro, edito da MR Editori.
Andiamo a conoscerlo nel dettaglio!






SINOSSI: “L’amore Possibile” è la storia di una Psicoterapia.
Paziente e Analista raccontano, dai rispettivi punti di vista, il "cammino terapeutico" percorso insieme.
Un cammino che ha, nella relazione, il suo fulcro.
Ogni tipo di relazione , dall'infanzia alla maturità, è un cammino nel quale prende forma ciò che siamo, attraverso l'incontro con l'altro.
A volte, c'è bisogno che qualcuno ci accompagni per un tratto di strada.
A volte bisogna ritrovare la capacità di affidarsi, per ritrovarsi.
Sempre, durante il percorso, per entrambi i componenti della coppia, avviene un cambiamento.
In questo viaggio insieme, verso il proprio personale modo di essere, la scoperta è l'Amore.







Eccovene un assaggio!


[...] È arrivato il momento che aspettavamo, da qualche giorno non ci sei più. Da quando ti sei ammalata e mi hai chiesto se potevo starti accanto, insieme alla tua Elena, l’ho fatto, ti ho accompagnata anche in questo ultimo viaggio. Sono trascorsi tanti anni da quando abbiamo iniziato il cammino della tua psicoterapia insieme, ne erano trascorsi alcuni da quando avevi deciso che era arrivato il tempo per interromperlo, che ti bastava il punto al quale eravamo arrivate insieme, oltre al quale avevi la certezza di poter fare da sola. Hai volato eccome, da quel momento. Hai proseguito la tua vita esattamente come volevi tu, libera da ogni gabbia imposta, dalle difese costruite per sopravvivere, dalla dipendenza che per tanti anni del nostro cammino ti ha legato alla mia presenza, dalla rabbia che questa dipendenza ti faceva sentire perché non si può amare senza odiare chi detiene il potere di vita e di morte. Mi avevi eletto a centro della tua vita, solo io avrei potuto salvarti, farti vivere. 
È così che accade quando si entra in analisi: la domanda d’aiuto, quando si entra nella stanza dell’analista, è quella che l’analista diventi la soluzione a tutti i problemi, un po' come fosse un padre onnipotente.[...]
 



 
 
L'AUTRICE: Federica Santoro è nata a Parma e vive a Bologna, dove lavora in una multinazionale nel settore delle telecomunicazioni. Ha seguito studi classici (diploma di Liceo Classico e Università di Lettere e Filosofia), i suoi hobbies sono la pittura e la scrittura. Con MReditori ha pubblicato i Romanzi “Passaggi Intorno” e “L’ amore Possibile e due raccolte di poesie: “Una Fonte “ e “Qui, ed Ora” .

martedì 18 aprile 2017

Segnalazione - TOULANE LA FARFALLA di Simona Diodovich

Oggi torna a trovarmi Simona Diodovich, carissima Amica e Collega, in occasione dell'uscita del tuo nuovo romanzo epic-fantasy dal titolo "Toulane la farfalla".
Andiamo a sbirciare nel dettaglio!





SINOSSI: Il villaggio degli Alphen fu distrutto in poche ore da Hammer e i suoi seguaci. Solo una bambina si è salvata da tutto ciò. Come unica superstite è stata accolta dai Loriann, per poi essere definita da tutti la Bambina Maledetta.
La vita non è facile in un posto dove vivono solo soldati pericolosi. Ciò che non si capisce fa paura e Toulane è temuta da tutti. Gli abitanti hanno il terrore di sfidare gli immortali, tenendo tra la loro gente, una bambina come lei senza sapere come scampò al massacro.
La odiano e non la vogliono lì con loro, finché non arrivano gli dèi a distruggere il loro mondo. Loth è sotto attacco e i nemici sono potenti. Cosa può fermare l’avanzata degli eterni? Dicono che la portatrice di luce viva sul loro pianeta, solo lei può contrastare la potenza dei nemici capricciosi, arroganti ed egoisti. Toulane la Farfalla è l’unica che può sconfiggerli e lo farà, per amore di poche persone.
Benvenuti su Loth, i Loriann ne sono parte integrante, sono guerrieri formidabili, dal fuoco del desiderio sempre acceso.








Eccovene un assaggio!


[...] Lo vedeva allontanarsi, dirigendosi verso il grande tavolo pieno di leccornie, avvolto solo dai pantaloni che, di stoffa leggera, abbozzavano i suoi glutei perfetti. Le movenze erano feline e terribilmente sexy. Alrik era bello davvero. Ogni ragazza voltava lo sguardo al suo passaggio. Eppure, nessuna poteva avvicinarlo. Era risaputo per tutte che lui era suo. I suoi capelli biondi s’illuminavano quando passò di fianco al fuoco.
Toulane lo guardò da lontano e sorrise beata.
«Attenzione, Toulane, quello sguardo dolce non ti si addice.»
Si voltò di scatto. Aveva riconosciuto quella voce. Si alzò in piedi, seppure nuda, mentre tutto il resto del suo popolo, ignaro di avere lì un estraneo, continuava nella sua danza d’amore e di felicità.
 «Che ci fai qui, Reidar?»
Il dio fece scorrere lo sguardo lungo tutto il corpo di Toulane, prima di dire una sola parola. Sorrise «Sembra che ora stia ammirando un corpo perfetto. Peccato che non sia possibile toccarlo.»
Un brivido scorse la schiena di Toulane. Quello sguardo era fuoco puro. Quegli occhi azzurri la stavano mangiando, si soffermavano sulle sue curve. Sulla rotondità del seno, sembrò persino leccarsi le labbra.
«Smettila, Reidar. Cosa fai qui su Loth?» Prese la sua veste e si coprì, era quasi più imbarazzata per come la guardava lui, che di tutto il popolo di Loriann insieme.
«Sono qui per avvertirti.»
«Di un problema enorme che hai creato tu? Ma non mi dire…» [...]






L'AUTRICE: Nasce a Milano il 17 Aprile 1969, studia come grafica pubblicitaria diventando poi illustratrice a Canale 5 disegnando cover di cd e dvd per A. Valeri Manera. Ha ventinove anni d’esperienza lavorativa nell’editoria.
Ha lavorato con Arnoldo Mondadori per il Tv sorrisi e Canzoni, con le cover dei cd dello zecchino d’oro, per la Medusa Video le cover delle videocassette di Lupin III, persino con la LysoForm per un giornalino per i bambini sull’igiene, oltre le varie case editrici italiane. Prosegue la carriera come fumettista disegnando il dottor sorriso per conto della Fondazione Garavaglia, che si ispira alla fondazione americana di Patch Adams. Come grafica pubblicitaria si divide tra case editrici ed enti pubblici, dove realizza da sola volumetti sull’educazione stradale, manifesti, giochi, usando ogni sua conoscenza acquisita negli anni. Per amore dei disegni e, per il fatto che adorava inventarmi personaggi e storie, il passo dal disegnare storie e scrivere un libro è stato molto breve.
Per beneficenza, insieme a scrittori, poeti e cantanti, ha creato un pezzo per sensibilizzare la gente al problema SLA. Quel testo è poi stato doppiato dalla bellissima voce di Guido Ruberto e la fotografia è di Roberto Besana. Questo è il link https://youtu.be/zdl455jDijM
Per la “saga Hampton”, saga romance-sportivo, il primo libro "HHS-Hampton High School", il secondo della stessa saga "HUP-Hampton University Pirates" è uscito ad Aprile 2015. E l’ultimo uscito "HUL-Hampton University Life" nel mese di Luglio 2015. "Hampton’s sons 1 la rivincita" è un raccontino spin off della saga "Hampton".
"The Queen" fantasy new-adult. "The Black Forest" è un fantasy new-adult ed è il seguito di "The Queen" e "Masquerade" romanzo d’amore-chick lit.
"Hunters" collezione racconti Horror-Fantasy.
Il mio nome è Carlie, della “Saga Deathless”, è il suo libro d’esordio. A seguito "Sangue Perenne", il secondo, "Il re dei demoni" il terzo. "Deathless Prequel-L’ultimo Paradiso" è il quarto della saga. "Deathless-Ricordi bruciati" è il primo di una serie di raccontini.
"Masked Girl", libro sui supereroi, primo della collana "Masked Girl". Il cartaceo, a differenza dell’ebook contiene dei disegni della supereroina. Per sempre giovani romanzo d’amore contemporaneo. "Fuoco cuore Acqua" romanzo d’amore contemporaneo. "HHS-Hampton High School" è stato tradotto in lingua inglese. "Charlie Khell e il pacchetto dell’illusionista" è il primo di una saga per bambini dai 9 ai 12 anni e contiene disegni all’interno fatti dall’autrice. "Toulane la farfalla" è un epic-fantasy.
Tutti i libri hanno la copertina disegnata da lei.

venerdì 14 aprile 2017

Recensione - VENTO DALL'EST di Chiara Albertini

Oggi torna a trovarmi Chiara Albertini con il suo romanzo "Vento dall'Est", edito da YouFeel - Rizzoli.
Andiamo a scoprire nel dettaglio un libro che mi ha convinto e molto appassionato. 






SINOSSI: Troppo difficile capire cos'è/ma penso che un ospite arrivi per me. 
Dove potrebbe portarti il vento se decidessi di ascoltarlo? Lungo quali sentieri nascosti e inaspettati potrebbe condurti, se ti affidassi a lui? C'è un vento per ogni stagione. E c'è un vento per le stagioni dell'anima... La storia di una madre e di una figlia, Tracey e Shannon, prende avvio sulla costa occidentale irlandese di qualche decennio fa e, attraversando le contee del Clare e di Limerick, giunge alla Londra dei giorni nostri. Una storia delicata, emozionante, fatta di segreti e rivelazioni, allontanamenti drammatici e ritrovamenti inaspettati: un lungo viaggio in più vite dove reale e immaginario si sovrappongono e si intrecciano, un complesso gioco di scelte dove il possibile e l'impossibile si fondono fra i richiami del passato e i riflessi del presente.









CONTEA DI CLARE (IRLANDA) 1972 - Tracy tenta di togliersi la vita, ma Ben la salva. Il suo è un passato segnato da una grande mancanza, quella del padre; l'uomo è sempre stato freddo, scostante, assente nei confronti di una bambina nata da una relazione non cercata e poi "aggiustata" con un matrimonio di circostanza.
Quando Lucy, la madre, perde la vita cadendo dalle scale, Tracy precipita nell'infelicità e, alla scoperta della vera responsabile della sua morte, deciderà di fuggire per sempre.
Sarà proprio allora che incontrerà Ben. La vita le sta concedendo una seconda occasione per essere felice, saprà coglierla? Cosa le riserva il futuro e cosa si nasconde tra il vento che soffia impetuoso?

L'ambientazione è nella bella Irlanda dominata dal vento sempiterno, dalle distese verdeggianti e dalle scogliere a picco sull'Atlantico increspato dalle onde. Incantevole anche il paese di Doolin con le sue case, le vie caratteristiche e la ricca vegetazione. Ho amato molto la cura dei particolari: la descrizione del cimitero, della neve bianca; sembra di essere là a passeggiare sull'isola.
Molto accativante la scena ambientata nella Torre di O'Brien; la seduzione e il corteggiamento di Ben è meraviglioso, il pathos arriva addosso e ci travolge, facendoci percepire le labbra che si sfiorano, il profumo d'amore e i brividi del cuore. 




'Irlanda. La sua terra. Ne respirò l'aria, il profumo, mentre ascoltava il rumore incessante delle onde infrangersi contro le scogliere. Quanto gli era mancato quel mare sconfinato! Il suo suono, ogni giorno diverso, accompagnato dalle grida dei gabbiani, dei cormorani e delle pulcinelle di mare.'




La caratterizzazione dei personaggi è perfettamente riuscita. Tracy è una delle protagoniste. Figlia non desiderata, fuggirà dopo la morte della madre, incontrando Ben, l'amore della sua vita, ma il destino ha in serbo per lei un sentiero tortuoso. Possiede una forza di volontà non indiffernete e una grande dignità di donna. Passionale e malinconica, è la perfetta eroina classica dedita al sacrificio, se necessario.
Ben è il protagonista maschile tutto da scoprire. Lo definirei un autentico salvatore nei confronti di Tracy, vivrà un viaggio interiore che lo porterà a compiere scelte inaspettate. Con lui si affronta il tema dei "senzatetto" e di uno stile di vita non comune. Ci insegnerà tanto sulla vita e le sue scelte, sulla vera felicità e l'apparenza.
Isabel è uno dei personaggi secondari che più ho amato. Tata di Tracy, è quasi una seconda madre per lei. La protegge come può, il legame con Lucy è molto forte, quasi un filo sottile che la lega alla madre di Tracy. Abbiamo un solo personaggio negativo ed è il padre della protagonista, un esempio da non seguire; orgoglioso e perfido, si diverte a fare dispetti alla figlia, a non valorizzarla e renderla infelice.
E poi abbiamo Shannon, non voglio anticiparvi troppo su questo bellissimo personaggio che coniuga bellezza e buon senso; attraverso Ben, imparerà una lezione di vita importante, e noi con lei.

La scrittua è fluida, i cambi di registro inseriti nel testo sono inaspettati e i salti temporali ci fanno comprendere al meglio la psicologia dei personaggi e le loro dinamiche.
Il vento è il vero protagonista: soffia sull'Irlanda, accompagnando Tracy nel suo desiderio di morte; soffia negli istanti salienti delle vite dei personaggi e soffia nel momento all'abbandono e della rinascita.
Questa è una grande prova per Chiara, ho riscontrato una sorprendente maturazione dal precedente romanzo, un'autrice che sta letteralmente sbocciando.
Frequenti, sono i riferimenti letterari inseriti nel testo, da "Il piccolo principe " a "Mary Poppins" che ci fanno comprendere l'amore per la letteratura dell'autrice.






'Si persero in un gioco di sguardi apparentemente innocenti, in un intreccio di complici sorrisi, in un mare infinito di allusioni. Una comprensibile voglia di conoscersi si stava impossessando dei loro corpi e delle loro anime. Avevano voglia di capirsi, di scoprirsi.'





I temi affrontati sono: la forza del destino, la solitudine, il potere dei libri e la maternità. Una tematica importante sono i rapporti famigliari: Ben è orfano, ma lo zio si prende cura di lui, cercando di dare valore a ogni singolo giorno; Tracy è orfana in un certo qual modo, malgrado abbia ancora una padre è più sola di quanto potrebbe mai esserlo Ben. Allo stesso modo, anche la maternità è affrontata in tutte le sue sfacettature: il rapporto di Tracy con una madre dedita a proteggerla, il sacrificio che compie la protagonista in nome dell'amore e Ben che compie il medesimo sacrificio per un bene più grande.  
La vita e la morte si susseguono in questo libro e legano i protagonisti: Tracy desidera togliersi la vita e Ben la salva, regalandole attimi di felicità e, successivamente, anche Ben non vuole più vivere, scegliendo la solitudine. Attraverso quest'ultimo, osserviamo i riflessi di una società che annega nella solitudine assordante, pur essendo affollata di persone.
Un'altra importante riflessione è quella relativa ai barboni e alla loro vita, alle apparenze e al perscorso di una persona; i giudizi sbagliati abbondano, c'è più amore in un barbone che in un uomo benestante e profumato.
Il messaggio che ci viene trasmesso è di imparare a perdonare se stessi per riuscire a perdonare gli altri, ma ve ne è anche un altro relativo al potere dei libri e all'essere bambini dentro: non bisognerebbe mai far morire il bimbo insito in noi, un po' come Peter Pan, per non spegnerci del tutto.




'Due vite diverse, lontane, si stavano fondendo in un'unica vita, Due verità inafferrabili stavano incontrandosi. Si sentì avvolta da un'improvvisa, intima suggestione, travolta da qualcosa di irrazionale, di inspiegabile. Portata in un'altra dimensione dal soffio di un vento inatteso.'




"Vento dall'Est" è una storia portata dal vento d'Irlanda.
Una donna senza affetti gettata alla deriva, un uomo che la salva per donarle una nuova vita, un futuro scritto sulle scogliere e, in sottofondo, il potere delle parole e dei libri.
Un libro che coinuga sfumature  rosa, suspense e introspezione sugli echi di un'infanzia negata.
Panorami mozzafiato per un romanzo inaspettato e completo, dove protagonista assoluto è il destino che intreccia le vite dei protagonisti lenite dal vento del passato.
Consigliato agli amanti delle storie ambientate in Irlanda, a chi ama il romance non convenzionale, a chi ama le storia di donne e per le donne, a chi cerca temi sociali nascosti tra le pieghe di un testo, a prima vista leggero. A chi ama i romanzi che riportano echi dei vecchi classici.

'Lei inseguiva il vento, quel vento che ognuno di noi ha dentro sé. C'è chi lo insegue, facendosi  travolgere da lui e chi, invece, lo combatte allontanandolo. Quel giorno lei l'ha inseguito. E, forse, lo ha sempre fatto.'

giovedì 13 aprile 2017

Segnalazione - UN AMORE SENZA ZUCCHERO di Giulia Amaranto

E per l'ultima segnalazione per YouFeel - Rizzoli Collana Reloaded, conosciamo il Mood Ironico di Giulia Amaranto dal titolo "Un amore senza zucchero".
Andiamo a sbirciare!






SINOSSI: Elodie è una ragazza fuori dal comune: esce raramente di casa, ha mille piccole manie, è ipocondriaca e non ha mai avuto il coraggio di intraprendere una relazione con un ragazzo. Causa e aggravante della sua insicurezza patologica sono una madre bellissima, showgirl televisiva ossessionata dai selfie e dai social, e un fratello top model conteso dagli stilisti di tutto il mondo. Le giornate di Elodie scorrono tra senso d’inferiorità e piccole ossessioni, finché nella sua vita non entra Mathias, un paparazzo che con lei condivide una grandissima passione per la musica. Sarà proprio questa ad avvicinarli, ma sarà un viaggio in Grecia a cambiare la vita di Elodie, spingendola ad aprire il suo cuore e aprirsi al mondo, nonostante le sue stranezze.
Un romanzo fresco e spiritoso dedicato a tutti coloro che credono che l’amore sia la più dolce delle follie.








Eccovene un assaggio!


[...] Nella musica ritrovo una versione molto più bella di me stessa, posso esprimermi come meglio credo, senza badare alle imperfezioni che tanto mi ossessionano nella vita di tutti i giorni.
Tutto il mio mondo è questa tastiera; e la mia camera, ovviamente. Una stanza che molte ragazze della mia età sognerebbero. I regali di mamma e dei suoi amici famosi hanno fatto sì che questa stanza diventasse un concentrato di arte e moda: l'armadio contiene abiti degli stilisti più famosi, ho cinque borse di Louis Vuitton e tre di Dior, una collezione di gioielli, di cui quattro realizzati apposta per me da artisti e scultori celebri. Alle pareti sono appesi due quadri che valgono il prezzo dell'intero appartamento. Lenzuola di seta, piccole sculture intoccabili. Nessuna di queste cose mi rende felice. [...]









L'AUTRICE:  Ha trentaquattro anni, è nata in Puglia ma vive nelle Marche.
La scrittura è la sua vita: dopo la laurea ha conseguito un Master in Scrittura Creativa, lavorato come editor e in diverse agenzie di comunicazione. Attualmente è redattrice in un network di siti web.