domenica 29 aprile 2018

REVIEW PARTY - Recensione - LA SPOSA PROMESSA: AMORI E INTRIGHI ALLA CORTE DEI TUDOR di Ornella De Luca

Oggi, eccezionalmente di lunedì, torna a trovarmi Ornella De Luca, in occasione dell'uscita del suo nuovo romanzo storico, dal titolo "La sposa promessa - Amori e intrighi alla corte dei Tudor".
Andiamo a conoscerlo più da vicino!






SINOSSI: Edimburgo, Scozia, ottobre 1561: un giovane parroco viene convocato al carcere di Greyfriars per offrire l’estrema unzione a una detenuta, poco prima dell’esecuzione della condanna a morte fissata per la mattina seguente. La donna, ormai fuori di sé dal dolore, accetta di raccontare al confessore la sua vita e l’origine della colpa che l’ha condotta in quella sudicia cella.
Contea di Dunvegan, febbraio 1560: Eithne ha diciassette anni, è l’unica figlia del laird del clan MacLeod e sulle sue spalle pesano grandi aspettative, anche se lei non sembra esserne del tutto consapevole. Il suo destino è di andare in sposa a un ricco highlander scelto dal padre, ma a ostacolare questa unione c’è il legame con Alastair, lo stalliere del castello, suo compagno di giochi sin dall’infanzia. Una straordinaria catena di eventi porta Eithne a prendere in fretta decisioni che segnano il destino del suo clan e di tutta la Scozia: la zia, Lady Maighread Douglas, la coinvolge in un complotto ai danni dei nobili cattolici del regno, in un periodo drammatico che minaccia di sfociare in una guerra civile. Eithne deve quindi scegliere se salvare se stessa e l’uomo che ama, oppure il destino del clan MacLeod. I due giovani innamorati, costretti dalle circostanze, organizzano una fuga per scampare alla vendetta di Erinna, la madre di Eithne. Ma cosa sono disposti a sacrificare per restare insieme? La sposa promessa è un grande romanzo di amore, avventura e intrighi al tempo di Mary Stewart ed Elisabetta I Tudor: conflitti religiosi, lotte fratricide e sete di potere si mescolano al più genuino e innocente desiderio di libertà.




"La sposa promessa - Amori e intrighi alla corte dei Tudor" è un romanzo storico ambientato in Scozia a metà del 1500, in un paese diviso da lotte intestine tra cattolici, protestanti e clan che si contendono il dominio territoriale. 
EDIMBURGO 1561 - Una giovane donna è in attesa dell'estrema unzione in una cella di
Greyfriars, condannata a morte e dilaniata dal dolore. Il prete, che viene a visitarla, ascolta la sua confessione riguardo ai motivi che l'hanno condotta sin lì.
Contea di Dunvegan 1560 - Eithne è la figlia del capoclan Mac Load, su di lei vi sono grosse aspettative, primo fra tutti il matrimonio con un ricco highlander, ma la giovane è segretamente innamorata di Alastair, lo stalliere a cui la lega un'amicizia infantile.
Un destino che sembra già deciso sta per cambiare, sconvolto da complotti e minacce.
Il suo percorso sarà avventuroso e inaspettato. Cosa le riserverà il futuro?

La caratterizzazione dei personaggi è egregia.
Eithne è la protagonista femminile; diciasettenne, figlia del capoclan dei MacLeod e in prigione, in attesa del cappio. Inizialmente, si mostra come una giovane donna rassegnata al suo destino ma, procedendo nella lettura, assistiamo a una sua maturazione interiore. Da giovane spensierata, sognatrice e di indole ribelle, si trasforma in una donna caparbia, impulsiva e pronta a tutto pur di coronare il suo sogno d’amore con lo stalliere Alastair.
Attorno alla protagonista, si muovono moltissimi personaggi secondari, perfettamente caratterizzati e ben inseriti nella concatenazione degli eventi.
Ho adorato la zia di Eithne e il rapporto quasi materno che ha con la nipote, è disposta a tutto pur di aiutarla. In contrapposizione, abbiamo Erinna, la madre di Eithne: astuta, crudele e spietata; avrà un ruolo determinante nella storia.





'- Siamo perduti - le sussurrò stringendola.
- Cos’hai deciso?
Alastair le sollevò il viso per guardarla negli occhi. Abbiamo mai avuto altra scelta?
Eithne sorrise speranzosa: -Temo di no. Io ti amo e non potrei mai essere di nessun altro. Sapevamo di essere destinati ad azioni estreme per stare insieme! - gli confessò priva di vergogna.' 





L’intreccio è complesso, avvincente e ricco di colpi di scena. L’intrigo e l’imprevisto sono sempre dietro l’angolo, e l’imprevedibilità della trama è la caratteristica principale di questo libro.
La dolcissima storia d’amore tra i due protagonisti, amici d’infanzia cresciuti insieme e destinati a innamorarsi, malgrado la differenza di ceto sociale, si mescola armonicamente con i complotti politico-religiosi.
L’ambientazione è complessa, ma accurata; il contesto storico in cui ci muoviamo è fedele, ma non compaiono personaggi storici, vengono solo citati. Lo stile è scorrevole e accattivante, come in ogni libro della De Luca.
Ho trovato molto interessante l’uso di frasi in gaelico (tradotte a piè di pagina), che aiutano il lettore a immergersi ancor più nell'epoca dipinta abilmente dall’autrice.
I temi trattati sono: l’amore, la vendetta e la lotta per il potere. Il messaggio tra le righe è relativo al destino e ai suoi disegni. La protagonista è una donna che non ne ha paura, ma che decide di affrontarlo con tenacia e forza interiore.
Consigliatissimo per conoscere la penna di un'autrice che non lascia indifferenti. Consigliato agli amanti del romance storico e del romanzo storico con ambientazione inglese/scozzese. A chi ama i romanzi al femminile, dove i giochi di potere e la storia si condiscono una trama mai banali.
Dania Francella
(Editing a cura di Linda Bertasi)



  IL VOTO DI DANIA






Dania Francella nasce nel 1981.
Lettrice compulsiva, nel corso degli anni ha letto quasi tutti i generi letterari: dalla mitologia ai saggi storici, dalla narrativa contemporanea alle biografie, dai legal thriller ai libri d'inchiesta, dai classici ai romance.
Ottimista, sognatrice, romantica e, forse,  troppo empatica. Ama il mare, la montagna e le città d'arte, il calcio, il classic rock, Ligabue, Gaetano e De Andrè; fan appassionata della saga di Star Wars e dei supereroi. 
La sua è una lettura attenta al dettaglio, difficilmente qualcosa le sfugge e le sue recensioni sono sempre accurate e dedite a evidenziare i pregi del testo e dell'autore.

sabato 28 aprile 2018

PASSI D'AUTORE - Recensione - CELESTE: LA FORZA DI UNA REGINA di Cristina Vichi


Oggi, per le recensioni della rubrica Passi d'Autore, conosciamo meglio il romanzo di Cristina Vichi, dal titolo "Celeste - La Forza di una Regina".
Andiamo a sbriciare da vicino.



Francesca Ghiribelli l'ha letto per noi!








SINOSSI: La profezia della Vecchia, svelata in punto di morte, sconvolge ogni equilibrio di amore e serenità. Celeste, regina di Asserlay, si trova catapultata in un vortice di eventi che sembrano schiacciarla, condannandola a cedere alle prepotenze di chi trama contro di lei. Ed ecco lo spirito selvaggio e indomito di una donna che continua a sperare, l’ardore di un’anima che non si può piegare, il coraggio di lottare contro ogni ingiustizia, nonostante tutto. Il carattere di Celeste, la sua forza e la sua impulsività cambieranno il destino di chi la circonda: il suo atteggiamento anticonvenzionale non potrà non stupire. Finché capirà che il nemico non è solo chi si schiera apertamente contro di lei: il vero nemico è il Passato. Celeste (La Forza di una Regina) è il sequel di Celeste (L’Ardore di una Donna). Entrambi i romanzi sono autoconclusivi. L’epoca in cui sono narrate le vicende non è definita e i luoghi sono inventati. Il carattere della protagonista non è volutamente giustificabile per i tempi in cui si svolge la storia.







 
Celeste è la protagonista femminile, una regina che combatte per il suo popolo. Dotata di una bellezza disarmante, dall’aria fiera e orgogliosa, con la sua semplicità sorprende tutti: comuni cittadini, servi e  nobili dei regni vicini. 
La donna è innamorata di Alessandro, e il loro è un sentimento nato in modo singolare; possiedono due caratteri apparentemente agli antipodi ma, alla fine, diverranno un tutt'uno. 
La felicità dei due, però, sarà ostacolata dall’arrivo di re Grimaldo, interessato ad alcune terre di loro proprietà. 
Si preannunciano  tempi difficili, ai quali si sommano le avversità di un destino già oscuro.

Ogni personaggio è essenziale per l’evolversi del libro. Mi ha colpito soprattutto Marlok, il padre di Alessandro, per il difficile passato dovuto all'assenza forzata del figlio, durata più di vent’anni. Anche Caterina, madre di Alessandro, è importante ai fini della storia; sembra quasi passare inosservata, ma sconvolgerà le sorti dei protagonisti con un’improvvisa e sconcertante verità. 
Ivan, invece, è un comune servo, ma risulterà un personaggio chiave per la trama. Non posso non citare anche Amelia, una figura interessante che oscilla tra l'attrazione fatale per Alessandro e un'innata sincerità. 
Ho molto apprezzato la profezia della Vecchia del Regno, che ci regala una sorta di prologo e anticipa l’affascinante imbroglio che dominerà tutto il romanzo.
L'ambientazione si colloca nel regno di Asserlay, luogo inventato dall'autrice, che ben si adatta a questa storia caratterizzata da passionalità, romanticismo e intrighi.






[…]«Gli ordini li do io! Mi piaci molto legata…».
«Ti ho già morso una volta e sono pronta a rifarlo!», lo minacciò Celeste. […]







Non voglio fare spoiler, ma questo libro mi ha talmente coinvolto che non smetterei mai di descriverne i tanti pregi e il talento di Cristina. 
Ho adorato il romanticismo che ammanta il testo, ma anche la sfumatura di chick-lit. Sembra quasi un copione perfetto per uno sceneggiato in costume. Devo menzionare anche il rapporto fra Celeste e la sua giumenta: entrambi sono spiriti liberi, che non possono fare a meno l’una dell’altra 
Il tema del romanzo è tutto incentrato sulla forza della protagonista, che dà il titolo al libro. Una donna indomita che lotta per il suo amore senza nessuna paura, anche di fronte a un'amnesia che minerà il suo futuro e tutte le sue certezze.
Consigliatissimo agli amanti dei romance di ambientazione storica, a chi ama immergersi in romanzi pieni di passione con tenaci protagoniste al femminile.
"Celeste - La Forza di una Regina" è un libro straordinario che si beve in un sorso.
Francesca Ghiribelli
(Editing a cura di Linda Bertasi)




IL VOTO DI FRANCESCA




Francesca Ghiribelli coltiva la passione per la lettura e per la poesia sin dalla tenera età. Gestisce il suo Lit - Blog , dove espone le sue opere e recensisce libri.
Ha ricevuto molti premi a livello nazionale tra cui ricordiamo quello per la silloge "Un'altalena di emozioni" (Bancarella Editrice 2009).
La giovane poetessa è stata nominata Scudiero Guardiano dell'Unione Mondiale dei Poeti per il suo impegno nella letteratura. 
Pubblicazioni:
- Twins Obsession -  Il Diario di una Gemella Ossessione
- Cuore zingaro
- Amore a prima vista

venerdì 27 aprile 2018

Segnalazione - NEI TUOI OCCHI C'E' TUTTO di Penelope Ward

Oggi, per le pubblicazioni Tre60, vi presento il romanzo di Penelope Ward, dal titolo "Nei tuoi occhi c'è tutto".
Andiamo a conoscerlo nel dettaglio!








SINOSSI: Tutto ciò che Allison desidera è diplomarsi per curare i bambini affetti da autismo. E non le importa se, per pagarsi gli studi, deve lavorare come cameriera in un ristorante: sa che aiutare gli altri è il suo destino, e pazienza se deve aspettare un po’.
Poi, un giorno, gli occhi azzurri di Cedric Callahan si fissano nei suoi. E Allison si convince che il destino le abbia riservato una magnifica sorpresa. Tanto inaspettata quanto travolgente.
Invece il destino non c’entra affatto. Perché Cedric ha pianificato con estrema cura quell’incontro. E ha pianificato anche il seguito… tranne innamorarsi di quella ragazza dolcissima.
Perché l’ha voluta conoscere? E perché le farà credere che sia stato tutto casuale, anche quando l’amore e la passione saranno dirompenti? Ma non si può mentire all’infinito e, quando la verità verrà a galla, la vita di entrambi cambierà per sempre…

DOVE TROVARLO: https://www.amazon.it/Nei-tuoi-occhi-c%C3%A8-tutto-ebook/dp/B07BHRKRY3

















L'AUTRICE: Penelope Ward è nata e cresciuta a Boston. I suoi romanzi sono una presenza fissa ai primi posti delle classifiche del New York Times, di USA Today e del Wall Street Journal. Quando non scrive, ama dedicare il suo tempo alla lettura, alla famiglia, agli amici e al relax con una buona tazza di caffè. Attualmente vive nel Rhode Island, con il marito e i suoi due figli.

Segnalazione - LA TEMPESTA DI CRISTALLO di Morgan Rhodes

Oggi, per le pubblicazioni di Casa Editrice Nord, vi presento il romanzo di Morgan Rhodes, dal titolo "La Tempesta di Cristallo", quinto capitolo de "La Saga dei Tre Regni".
Andiamo a conoscerlo nel dettaglio!







SINOSSI: Paelsia, Auranos, Limeros: dei tre regni un tempo floridi non rimane che un'arida landa di schiavi, governata col pugno di ferro dalla perfida Amara, che ha sottratto con l'inganno il trono a Gaius. Tuttavia il Re del Sangue non si è arreso, anzi ha già un piano per spodestare l'impostore. Ma ha bisogno di alleati. Così chiede aiuto a Cleo e Magnus per radunare attorno a sé l'esercito ribelle. Se Magnus è propenso a dare al padre una seconda occasione, Cleo è divorata dai dubbi. Possibile che il suo più acerrimo nemico sia l'unica speranza per la salvezza del suo popolo? Una sola cosa è certa: se Gaius vuole essere della partita, dovrà giocare secondo le sue regole... Nel frattempo, la principessa Lucia ha raggiunto il Santuario, il palazzo di cristallo in cui dimorano i Guardiani, custodi del tempo e della magia. Quello che pensava fosse un rifugio si rivela però un luogo decadente e in rovina. Anche per loro, come per i mortali, il tempo sta per scadere: nuvole nere si addensano all'orizzonte, si prepara la tempesta di cui parla la profezia, la tempesta che porterà morte e distruzione in tutto il continente. Lucia è l'unica che possa fermarla. Eppure ben presto si renderà conto che ogni dono ha un prezzo, e quello per mantenere i suoi poteri potrebbe essere troppo alto...

DOVE TROVARLO: https://www.amazon.it/tempesta-cristallo-saga-dei-regni/dp/8842930822/













L'AUTRICE: Morgan Rhodes vive in Ontario, in Canada. Diventare scrittrice è sempre stato il suo sogno, fin da quando era bambina. Grazie al suo straordinario talento, i suoi libri hanno ottenuto subito un clamoroso successo, che le ha permesso di dedicarsi a tempo pieno alla narrativa.

giovedì 26 aprile 2018

IL SALOTTO DI CASSANDRA - Recensione - E SE... OLTRE LA MASCHERA, TU di Eliana Cicciopiedi

Oggi, per le recensioni dell rubrica Il Salotto di Cassandra, vi presento il romanzo di Eliana Cicciopiedi, dal titolo "E se... oltre la maschera, tu".
Andiamo a conoscerlo nel dettaglio!




CassandraWox l'ha recensito per noi!








SINOSSI: E se la felicità non fosse solo un’intima convinzione?
Leonardo non ha altri sogni da realizzare; quando irrompe sulla scena incanta il pubblico, raccoglie applausi e consensi. Elena dalla sua poltrona osserva la vita inconsapevole, incapace di assaporarla veramente.
Le incrollabili certezze di Elena, la tranquilla e anonima quotidianità in cui ha circoscritto la sua esistenza. L’intensità con cui Leonardo affronta la vita, sempre oltre, per nascondere la sottile malinconia che lo segna.
Due mondi lontani, opposti.
Un ritardo clamoroso e un treno perso condurranno Elena e Leonardo a condividere lo stesso istante di vita. E se non avessero fatto altro che cercarsi? E se la vita si riducesse tutta a quell’unico istante?
Basta così poco a trasformare un potrebbe essere in un E se…






Elena vive a Milano, fa Wedding Planner ed è fidanzata da dieci anni con Davide. Dal carattere cinico e disilluso, non crede al matrimonio, né al principe azzurro, in netto contrasto con le sue passioni che spaziano dai classici ai musical. 
Sul treno che la sta conducendo a Firenze per lavoro, incontra Leonardo, l'attore di un musical che l'ha molto colpita, e tra i due si crea subito una sintonia. Tra battute ironiche e introspezione, entrambi svelano lati inaspettati del loro caratttere. 
L’alchimia e il feeling va sempre crescendo, ma non supera il limite imposto dalla rispettiva condizione sentimentale che li vede legati ad altre persone.
Cosa riserva il futuro ai due? Il sentimento che li unisce è destinato a rimanere platonico? 

L’ambientazione italiana è stupenda. Siamo nella bella Milano e conosciamo da vicino il regno del teatro: dal caos dietro le quinte, alla performance impeccabile sul palco. Ti senti trasportato in quella location così magica ed evocativa.
La caratterizzazione dei personaggi mi ha molto colpito. Elena, la protagonista, non rimarca il classico stereotipo del romance, ma è una ragazza comune con sogni, desideri e disillusioni. Ci si immedesima facilmente in lei.
Leonardo, il protagonista maschile, non è il solito piacione, dove l’aspetto estetico la fa da padrone; si dimostra un ragazzo di un certo spessore e molto solare, malgrado sia segnato dalle ombre del passato.
Ho molto apprezzato i dialoghi tra i due, ironici ma colmi di significato, che li spingono a riflettere, creando una forte empatia.




'Aveva uno sguardo profondo, di quelli che ti fanno capire che alcune persone sono più intense di altre.'





La scrittura dell’autrice non si perde in fronzoli, dominata da una prosa chiara e uno stile scorrevole.
Le tematiche trattate sono: la riflessione sulla vita, l'amore inaspettato, il destino, gli incontri imprevisti, l'apparenza che a volte può ingannare e le decisioni sbagliate che l'esistenza può spingerci a prendere.
Il messaggio tra le righe è relativo alla vita e alla propria soddisfazione personale. Spesso, ci si accorge che alcune scelte sono influenzate dalle persone che ci circondano o dalle condizioni in cui ci troviamo, ma non è mai troppo tardi per migliorare il proprio presente. 
Consigliatissimo agli amanti del romance, dei romanzi sentimentali vecchio stampo, dei libri con protagoniste al femminile e dei romanzi in cui ci si ferma fuori dalla camera da letto.
Lo definirei un romance sorprendente, fuori da ogni stereotipo.
Cassandra Wox
(Editing a cura di Linda Bertasi)



IL VOTO DI CASSANDRA