venerdì 19 ottobre 2018

Segnalazione - CENTINAIA DI INVERNI: LA VITA E LE MORTI DI EMILY BRONTE di Sara Mazzini

Oggi, per le pubblicazioni Jo March Editore, vi presento il romanzo di Sara Mazzini, dal titolo Centinaia di inverni - La vita e le morti di Emily Bronte, della collana Christopher Columbus.
Andiamo a conoscerlo nel dettaglio!







 



SINOSSI: In un potente romanzo, la vita dell'immortale Autrice di "Cime tempestose", come non era mai stata scritta. Per sfiorare l'insondabile profondità dell'essere attraverso la voce indomita della brughiera.











SUL LIBRO:


[...] La scrittrice Sara Mazzini ripercorre, in un potente romanzo, la vita dell'immortale autrice di "Cime tempestose", ricostruendo con grande maestria il mondo interiore e tempestoso della grande Emily, l'urgenza della letteratura, le intricate vicende familiari, il rapporto viscerale con la brughiera, «con un linguaggio nudo fatto di parole ruvide, scomode, di una sincerità che disarma e al contempo coinvolge attraverso un processo narrativo aderente alla vita della  Brontë ma mai sovrapponibile». Un lavoro scrupoloso e intenso quello di Sara Mazzini, che ha ripercorso la genesi dell'opera letteraria delle tre sorelle Brontë strettamente connaturata alla vita reale, cruda e spietata, toccata loro in sorte. «L’autrice segue lo  stream of shirtyness della Brontë e lo sviluppa con uno stile personale e accurato, costruendo un dispositivo linguistico articolato e peculiare, odoroso di neve, gravido di suoni, atmosferico. Ci rende partecipi della stratificazione glassata degli inverni che annullano le altre stagioni con un paesaggio linguistico e sonoro desolato, multidirezionale e sensoriale. Questo romanzo è un viaggio sulla carta e nel tempo che gualcisce la deriva romantica, ponendoci in un’ambientazione meta-gotica, scarna, essenziale con una donna fragile come l’acciaio, impossibile da immaginare accanto ad un uomo. Un misto di innocenza e perdita, di intemperanza e dolore anestetizzato concentrati in trent’anni di vita.»
(Continua QUI)




L'AUTRICE: Sara Mazzini (Poggibonsi, 1980) ha vissuto due anni a Milano, sei a Monaco di Baviera e il resto a Firenze. Ha studiato correzione di bozze presso Oblique Studio. Ha collaborato con J. Walter Thompson Italia e con diverse riviste online sotto lo pseudonimo di Judith Cavalera. È membro della Brontë Society di Haworth e co-direttore del lit-blog CrapulaClub.

giovedì 18 ottobre 2018

Segnalazione - VERSO UN FORSE di Stefano Di Ubaldo

Oggi, vi presento la silloge di Stefano Di Ubaldo, dal titolo Verso un forse.
Andiamo a scoprirla nel dettaglio!

 






SINOSSI: "Verso un forse" raccoglie componimenti che cercano uno spazio tra posti già occupati e libertà incerte, secondo un percorso di riflessioni in tre parti. Ciascuna sezione è introdotta da un elenco di “posti riservati” e sviluppa un tema di ricerca: la fragile solitudine, la fatica del cambiamento, il riscatto della consapevolezza. Con giochi di parole, persone e personaggi e alcuni riferimenti, più o meno espliciti, a opere cinematografiche e letterarie, la strada intrapresa da queste poesie si articola attraverso un intreccio di incontri, motore e senso della complessa e unica molteplicità che realizziamo e portiamo dentro.
Un piccolo (o grande) viaggio tra possibili categorie per sentirsi al proprio posto e altrettanti gradi di libertà per sfumare l'impellenza di una collocazione.


DOVE TROVARLO: https://www.amazon.it/Verso-forse-Stefano-Ubaldo/dp/8899751358








Eccovene un assaggio!



NESSUNA AMBIZIONE

Vorrei spogliare
il manichino che sono
dalle ambizioni che non ho
e che occorre esibisca in vetrina
come sperassi
le avessero tutti.
Potrei attendere
di passare di moda
o sfilare indifferente
su passerelle di nicchia,
dove l'eco dei gargoyle
rammenta l'umiltà.
Intanto l'acqua scorre
e non torna dov'era,
ma capita che ricordi
da dove è passata.




LUCE PASSIVA

Certi giorni
mi piacerebbe uscire di casa
con un pacco di candele in tasca,
di quelle da chiesa,
che proteggono le preghiere.
E alla pausa sigaretta
di una qualunque serata tra amici,
avere anch'io un motivo
per chiedere nel bisogno:
“Scusa, ce l'hai un accendino?”
Procedere all'innesco,
ringraziare con sorriso
e godermi un momento di libertà,
mentre fornisco il mio contributo
di luce passiva
all'aria che respiro,
tra una chiacchiera e l'altra.







L'AUTORE: Stefano Di Ubaldo nasce a Lecco il 17/05/1993. Dopo il Liceo Scientifico, intraprende un percorso di studi dapprima all'Università Bicocca di Milano, dove si laurea nel 2015 in Scienze e Tecniche Psicologiche, quindi all'Università Alma Mater Studiorum di Bologna, dove sta ultimando il Corso di Laurea Magistrale in Psicologia Cognitiva Applicata.
Attivo nel volontariato sociale da diversi anni, si occupa di ragazzi, forme di disabilità, cure palliative e carcere.
Scrive in forma poetica dal 2012, a partire da un'assidua attività di lettura. Tra i suoi autori preferiti, Dostoevskij, Bolaño e Cortázar.

mercoledì 17 ottobre 2018

Segnalazione - BRUCIA L'INVERNO di Elle Eloise

Oggi, per le segnalazioni Delrai Edizioni, vi presento il romanzo di Elle Eloise, dal titolo Brucia l'inverno, della serie How To Disappear Completely.
Andiamo a conoscerlo nel dettaglio!








SINOSSI: Che cos’è la normalità? Marco se lo chiede ogni giorno, combattendo i fantasmi del passato e quelli del presente. Un uomo, un vero uomo, non si farebbe abbattere così facilmente dalle difficoltà, non farebbe soffrire le persone a cui è legato, invece lui non è capace di farlo, nasconde la verità, cela il fatto di provare attrazione per gli uomini, perché, sì, un vero uomo dovrebbe volere una famiglia, vita e abitudini normali, non essere una delusione anche per se stesso. Michele invece infrange tutto ciò che Marco ha sempre cercato di combattere, lo fa sentire virile, vivo, è il suo tutto, ma questo sembra non bastare per ridargli indietro ciò che lui più cerca.
Un nuovo racconto della serie "How To Disappear Completely", dalla penna magnetica di Elle Eloise, "Brucia l’inverno" è la storia di un ragazzo che cerca dentro sé la forza di amare, ma non sa che per farlo si deve accettare di essere amati.

DOVE TROVARLO: https://www.amazon.it/Brucia-linverno-Disappear-Completely-vol-2-5-ebook/dp/B07J4VQJP2/







Eccovene un assaggio!


[...] Alle ragazze ho sempre raccontato puttanate sul significato di quelle cicatrici: un incidente in motorino, una brutta caduta dalla bici, ne inventavo sempre una diversa. Ma con Michele sono stato sincero fin da subito, quando ho visto lo shock sulla sua faccia appena mi ha tolto la maglietta. Ho provato a mentire di fronte a quei bellissimi occhi scuri, colmi di onestà e sofferenza per una vita vissuta nel rifiuto, ma non ce l’ho fatta. Lui mi stava dando tutto se stesso quella notte e io volevo dimostrargli di essere altrettanto coraggioso. [...]








L'AUTRICE: Elle Eloise è una grande sognatrice. Si circonda di semplicità e tranquillità, è un po’ il suo modo di vivere, e la caratterizza. È nata a Cuneo nel 1981 e vive in un paesino vicino a Torino; di giorno si occupa di formazione aziendale, la sera, invece, veste i panni della scrittrice e appassionata lettrice. Chi la conosce, dice di lei che il sorriso sempre pronto e il modo in cui affronta ogni cosa la rendono una persona davvero speciale.

martedì 16 ottobre 2018

Segnalazione - VIA VERDI 1 di Marco Di Pinto

Per la seconda segnalazione di Les Flaneurs Edizioni, vi presento il romanzo di Marco Di Pinto, dal titolo Via Verdi 1.
Andiamo a conoscerlo da vicino!










SINOSSI: Cosa hanno in comune uno scrittore, un ortopedico, una faccendiera, una segretaria, un responsabile commerciale, un notaio, un impiegato delle Poste e un ereditiere? Lo scopriranno, forse, durante la convivenza forzata nel condominio di via Verdi 1, dove si ritrovano improvvisamente senza sapere né come, né quando e, soprattutto, perché ci sono arrivati. A guidarli in questa scoperta ci penseranno un oscuro amministratore e un giovane segretario dalla misteriosa identità.

DOVE TROVARLO: https://www.amazon.it/Via-Verdi-1-Marco-Pinto/dp/8894990303/












Eccovene un assaggio!


[...] Tutto ritorna. Le nostre azioni, quelle che
compiamo nelle squallide, misere esistenze che ci hanno cucito addosso, sono implacabili boomerang. Fanno i loro giri, colpiscono, feriscono, qualche volta uccidono, ma alla fine è da noi che ritornano. [...]










L'AUTORE: Marco Di Pinto ha già pubblicato la raccolta di racconti "Deliri e disagi" (2008) e il romanzo "Apologia del Porco" (2015). Diversi suoi racconti sono apparsi sulla rivista Inchiostro.

Segnalazione - DARK EXPLORER di Stefano Cortese

Oggi, per le segnalazioni Les Flaneurs Edizioni, vi presento la raccolta di Stefano Cortese, dal titolo Dark Explorer.
Andiamo a conoscerlo nel dettaglio!





SINOSSI: L’imprevisto che sconvolge una serata tranquilla, una smagliatura nella realtà, l’aprirsi di brecce verso ignote dimensioni, l’incontro con la cosa proveniente da un altro mondo. "Dark Explorer", nei dieci racconti che lo compongono, si annuncia a un primo sguardo come un esempio tra i più diffusi della narrativa di genere. Se non fosse che proprio qui, nascosta tra le pieghe del più classico dei topoi, si annida la sfida che Stefano Cortese lancia ai lettori più sensibili. Diversamente da quella narrativa dell’orrore che fa i conti con la paura di un pericolo determinato e riconoscibile, l’angoscia presente in "Dark Explorer" è priva di un oggetto specifico, in quanto riguarda la minaccia incombente di un elemento interno ma inconscio. Ecco, allora, che l’incubo peggiore non è la morte, che ancora tiene a distanza la cosa temuta proiettandola nel futuro, bensì il presagio di un vuoto eterno, più atroce e più terrificante in quanto presente adesso. Inserendosi nel solco di grandi maestri come Hodgson e Lovecraft, l’Orrore Cosmico si fa, qui, impermanenza di tutte le cose, per ricacciarci «laggiù, nel buio senza tempo, dove i corpi non hanno peso e sono una cosa sola nel nulla».


DOVE TROVARLO: https://www.amazon.it/Dark-explorer-Stefano-Cortese/dp/8894990281/








Eccovene un assaggio!


[...] Il buio non è fuori, è dentro di noi.
Pian piano si allarga e poi, invece di contenerlo, ci contiene. Tutto qui.
Sfuggiamo a qualcosa che ci ha già trovati. [...]








L'AUTORE: Stefano Cortese è nato a Napoli nel 1990. È laureato in Lettere Moderne e specializzato in Filologia Moderna all’Università degli Studi di Napoli «Federico II». È autore del romanzo storico "La miglior compagnia" (Mantova, 2014) e del romanzo biografico "Virgilio o la terra del tramonto" (Napoli, 2015), oltre che delle raccolte "Alla murena e al cielo di pioggia. Prose in versi"(Roma, 2009) e "Il basilisco o della speranza" (Milano, 2017), patrocinato da AISLA Onlus.

venerdì 12 ottobre 2018

PASSI D'AUTORE - Recensione - TESORO DI SCOZIA di Valentina Piazza


Oggi, per le recensioni della rubrica Passi d'Autore, vi presento il romanzo di Valentina Piazza, dal titolo Tesoro di Scozia.
Andiamo a scoprirlo nel dettaglio!




Francesca Ghiribelli l'ha recensito per noi!







SINOSSI: Metti una rossa senza peli sulla lingua, intraprendente, curiosa e anche un po’ dispettosa a ficcanasare in un castello alla ricerca della verità, alla ricerca di un drappo magico appartenuto all’antico popolo, in una terra aspra eppure misteriosa come la Scozia, dove miti e leggende si fondono con la storia, dove il confine tra sogno e realtà è così labile che non si sa dove inizi uno e finisca l’altro. E metti un nobile Highlander introverso, sarcastico e maledettamente affascinante nello stesso posto e con l’intenzione di rendere la vita difficile alla “rossa”… La storia ruota intorno alla leggenda della Fairy Flag, il drappo che protesse il clan dei MacLeods nei periodi più turbolenti della Storia. Complice l’erede di famiglia, Colin MacLeod, Adele vola in Scozia per risolvere l’inquietante mistero. Lì, scoprirà che la leggenda non solo è vera, ma perfino il drappo è conservato con gran cura all’interno del castello quando, invece, sarebbe dovuto ritornare nelle mani della fata che l’ha generato...









Adele parte dall'Italia, per risolvere l'enigma di un castello situato nella magica terra di Scozia, custode di antiche leggende e misteri.
La donna si aspetta di trovare un anziano proprietario del maniero, invece, si ritrova davanti all'affascinante Colin MacLeods. 
Dopo qualche battibecco, fra i due scatta la scintilla della passione.
Riuscira Adele a svelare il mistero, e cosa le riserva il destino?

L'ambientazione è nella bella Scozia e si divide tra presente e passato. Il contemporaneo è affiancato dallo storico datato 1270. Buona l'idea, anche se il contesto in costume non è approfondito del tutto. Ci troviamo di fronte allo scontro tra due casate da tempo nemiche, i MacLeods e i MacDonald, con le loro atmosfere arcaiche.
La caratterizzazione dei personaggi è soddisfacente.
I protagonisti sono delineati ma, a mio avviso, serviva uno svolgimento più lungo della trama per avvantaggiare il testo.
Ho preferito Colin, caratterizzato perefettamente con il suo carattere impulsivo, deciso e sfacciato. Adele mi è sembrata un po’ sottotono, e il confronto con l'uomo, la fa apparire quasi una "gattamorta".
Le lettrici amanti del chick-lit, apprezzeranno la loro passione che ricalca le linee guida del genere.
Sheela è l'altro personaggio chiave del testo, attorno al quale ruota tutta la vicenda. Il fantasma di una donna vissuta nel 1270 che torna per rivendicare ciò che era suo e a cui aveva rinunciato, ovvero il suo grande amore. 
Ho apprezzato molto il mistero che aleggia sul castello scozzese, una leggenda legata a un drappo, la Fairy Flag, ovvero una bandiera che contiene il significato di una rinuncia.







[…] Murdo guardò Sheela teneramente, stringendo la fragile mano di lei fra le sue, percependone l’intenso calore. Un calore diventato legame che trascendeva dalla loro stessa comprensione. Lei lo accompagnò fino al limitare del bosco, da cui si riusciva a scorgere il profilo del castello e lì si fermò, salutandolo con un lieve bacio. […]






Las lettura è scorrevole, ed è un libro che va apprezzato, nonostante la brevità. 
Ho amato particolarmente il contesto storico e l’amore di Sheela per il suo Murdo.
Ammirabile il coraggio dell’autrice di affrontare, in un breve romance, due realtà differenti, attraverso continui flashback di narrazione. 
I temi trattati sono: il coraggio, l'amore, i segreti, l'onore, il mistero, il passato contrapposto al presente e la ricerca della verità.
Il messaggio è relativo alle leggende che, quasi sempre, celano un briciolo di veridicità. Senza il passato, non esisterebbe il presente. In ognuno di noi vive la Storia di ciò che fu, siamo carne, sangue e il frutto di chi venne prima di noi. E la storia, prima o poi, si ripete.
Consigliato a chi non conosce la penna di quest'autrice, agli amanti del romance storico e dei romanzi che coniugano passato e presente, a chi ama le ambientazioni scozzesi e le vicende che trattano di misteri.
Francesca Ghiribelli
(Editing a cura di Linda Bertasi)




IL VOTO DI FRANCESCA 




Francesca Ghiribelli coltiva la passione per la lettura e per la poesia sin dalla tenera età. Gestisce il suo Lit - Blog , dove espone le sue opere e recensisce libri. 
Ha ricevuto molti premi a livello nazionale tra cui ricordiamo quello per la silloge "Un'altalena di emozioni" (Bancarella Editrice 2009). 
La giovane poetessa è stata nominata Scudiero Guardiano dell'Unione Mondiale dei Poeti per il suo impegno nella letteratura. 
Pubblicazioni:
- Twins Obsession -  Il Diario di una Gemella Ossessione
- Cuore zingaro
- Amore a prima vista