mercoledì 28 giugno 2017

Segnalazione - FANTASTORIE: RACCONTI IMMAGINIFICI TRA MEMORIA E FUTURO di Antonio Campanile

Continuiamo con le segnalazioni per Les Flaneurs Edizioni.
Oggi conosciamo da vicino "Fantastorie - Racconti immaginifici tra memoria e futuro" di Antonio Campanile.
Andiamo a curiosare!









SINOSSI: Racconti immaginifici tra memoria e futuro – Le suggestioni di una vita intera prendono forma nei racconti di Antonio Campanile. Un oggetto, un brano musicale, un viaggio reale o immaginifico, una parola origliata per caso e lasciata cadere lì: tutto questo ritorna con insistenza alla mente dell’autore, per essere trasferito sulla pagina bianca e acquisire un significato nuovo, più profondo. Il fil rouge delle storie narrate è la memoria, che si fa più lucida e vivace nello sforzo di ricordare, ma anche nel suo slancio verso il futuro. Racconti dalle sfumature più intimistiche – su una donna-angelo volata via, sulla cantina della nonna, su un ulivo dell’infanzia – si alternano ad altri in cui dominano l’ironia, i giochi di parole, la passione per l’Intelligenza Artificiale. Ne deriva un viaggio affascinante, personale ma allo stesso tempo universale, tra le pieghe dell’animo umano.

DOVE TROVARLO: https://www.amazon.it/Fantastorie-Racconti-immaginifici-memoria-futuro/dp/8899500665/








Eccovene un assaggio!






[...] Sento di essere vicino alla meta, a quegli orizzonti lontani, ma mi fermo (…) Devo tornare e forse è giusto così. D’altro canto gli orizzonti sono belli perché non si raggiungono mai, come i nostri sogni. [...]













L'AUTORE: Antonio Campanile (Mola di Bari, 1958). Laureato in Informatica con una tesi di Intelligenza Artificiale sul gioco degli scacchi, di cui è giocatore con il titolo di Maestro, ha lavorato per sei anni in una Software House del gruppo Olivetti, quattro dei quali trascorsi a Ivrea come consulente software nel settore Marketing. È attualmente docente di Matematica Applicata in un Istituto Tecnico Economico.
Nel 2004 ha pubblicato il suo primo libro di racconti, Coriandolando.

Segnalazione - CONFESSIONI DI DONNE di Chiara Pepe



Oggi partiamo con le segnalazioni per Les Flaneurs Edizioni.
Iniziamo con Chiara Pepe e il suo libro "Confessioni di donne".
Andiamo a conoscerlo nel dettaglio!








SINOSSI: Figure di donne della storia e del mito si alternano in una carrellata di ritratti rivelatori dei loro più intimi sentimenti. Attraverso i loro monologhi, voci del passato – reale e di fantasia – reclamano il riscatto della loro memoria, spesso condannata dal tempo a una sorta di damnatio velata di misoginia. Donne come Maria Antonietta e Anna Bolena, ma anche Cassandra e Ifigenia, interloquiscono direttamente col lettore, raccontando la loro personale versione dei fatti. Un punto di vista privato ed esclusivamente femminile, solitamente trascurato dalla storia dei grandi eventi, che è quella fatta inesorabilmente dagli uomini.











Eccovene un assaggio!








[...] Il mio corpo era diventato l’armatura più temibile. Il mio nome l’emblema della perdizione. [...]














L'AUTRICE: Chiara Pepe (Polignano a Mare, 1990). Laureata in Scienze storiche, collabora con il Seminario di Storia della Scienza dell’Università degli Studi di Bari. Fino al 2014 è stata operatrice culturale per la Fondazione Pino Pascali, museo d’arte contemporanea. Tra i suoi interessi figurano la storia della scienza, la letteratura e la storia delle donne. Relatrice in convegni nazionali, collabora con diverse istituzioni e associazioni culturali del territorio. Ha al suo attivo pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali. Da quattro edizioni è direttrice di produzione dell’International Campus Musica, che si tiene a Polignano a mare.

martedì 27 giugno 2017

Segnalazione - IL GIORNO CHE ASPETTIAMO di Jill Santopolo

Oggi vi presento il romanzo di dal titolo "Il giorno che aspettiamo", edito da Casa Editrice Nord.
Il romanzo che si candida a diventare la Love Story del XXI secolo.
Il libro è in corso di traduzione in ben 30 Paesi ed è già CASO LETTERARIO INTERNAZIONALE, ma andiamo a conoscerlo nel dettaglio!




SINOSSI: Una luminosa mattina di fine estate, un ragazzo e una ragazza s’incontrano all’università, a New York, e s’innamorano. Sembra l’inizio di una storia come tante, ma quel giorno è l’11 settembre 2001 e, mentre la città viene avvolta da un sudario di polvere e detriti, Gabe e Lucy si baciano e si scambiano una promessa. E due vite si fondono in un unico destino.
Tredici anni dopo, Lucy è a un bivio. E sente la necessità di ripercorrere con Gabe le tappe fondamentali della loro relazione, segnata da scelte che li hanno condotti lungo strade diverse, lungo vite diverse. Scelte che tuttavia non hanno mai reciso il legame profondo che li ha uniti per tutti quegli anni. Così Lucy gli parla dei loro primi mesi insieme. Del loro amore intenso, passionale, unico. In una parola: puro. E poi di come Gabe avesse infranto quella purezza, decidendo di partire, di andarsene da New York per accettare l’incarico di fotografo di guerra in Iraq. Perché lui sentiva di doverlo fare, perché ciò che accadeva nel mondo era più importante di loro. Una scelta che aveva aperto nel cuore di Lucy una ferita che lei pensava non sarebbe guarita mai. E che, invece, era stata curata da Darren, l’uomo che lei avrebbe scelto di sposare. Eppure quella ferita si riapriva ogni volta che Lucy riceveva una mail o una telefonata da Gabe, e ogni singola volta che lo aveva rivisto nel corso degli anni. Poi era arrivata quella volta, era arrivato quel giorno…
Lucy custodisce un ultimo segreto, ed è giunto il momento di rivelarlo a Gabe.
Sono state tutte le loro scelte a condurli fin lì. Adesso un’altra, ultima scelta deciderà il loro futuro.












L'AUTRICE: Jill Santopolo è cresciuta a Hewlett, nello Stato di New York. Dopo aver conseguito la laurea in Letteratura inglese alla Columbia University, ha iniziato una brillante carriera nel mondo dell'editoria e adesso è direttore editoriale della Philomel Books, un imprint del Penguin Group. Il giorno che aspettiamo è il suo esordio nella narrativa ed è diventato un caso editoriale ancora prima della pubblicazione.





lunedì 26 giugno 2017

INTERVISTA A TIANA LEONE



Ciao Tiana, benvenuta nel mio blog. Partiamo dal tuo nome, è uno pseudonimo?

Ciao Linda, innanzitutto grazie per l’ospitalità. In realtà Tiana Leone non è un vero e proprio pseudonimo, ma una forma accorciata del mio vero nome, troppo lungo e “ingombrante”. Quindi è stata una scelta dettata dalla praticità.

Sei laureanda in Archeologia. Quando si è accesa in te la scintilla della scrittura?

Abbastanza presto, avevo solo otto anni e ho scoperto l’amore per la scrittura grazie a un regalo speciale: la mia prima macchina da scrivere, un gioiellino tutto rosa che conservo ancora nello scatolone dei ricordi.

Vivi vicino al mare, è mai stato fonte d’ispirazione per te?

Certo! Quando ho bisogno di concentrazione passeggio lungo la battigia e ritrovo subito la pace e l’ispirazione; invece, nelle giornate fredde, mi basta guardarlo dalla finestra del mio studio per iniziare a sognare.

Nel 2016 esordisci con il romanzo storico “Vento dei Caraibi”. Cosa troveranno i lettori al suo interno?

Un viaggio rocambolesco, la magia dei luoghi esotici e di una storia d’amore intensa, un pizzico di suspense e tanta passione.



https://www.amazon.it/Vento-dei-Caraibi-Tiana-Leone/dp/154265582X/ref=tmm_pap_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=&sr=




Qual è stato l’input?

Un periodo di stallo che mi ha spinto a “viaggiare con la mente” più di quanto non facessi di solito. Nel frattempo, gradualmente, è sorta la consapevolezza di voler fare sul serio con la scrittura, di voler tentare un percorso più maturo e impegnativo.

Quale messaggio vuoi trasmettere?

Un messaggio di libertà e di indipendenza, soprattutto per le donne. La protagonista ha coraggio da vendere ma ha la fragilità di una donna comune. Eppure non demorde, persegue ciò che desidera, mantiene la dignità e l’amore per se stessa.

Quali tematiche affronti?

L’amore e l’amicizia sono in primo piano, contrapposti ai sentimenti negativi, come la brama di potere e la crudeltà. Un posto di spicco è riservato alla prospettiva femminile, al desiderio di indipendenza che ha sempre reso speciali le donne di carattere.

Questo romanzo è stato pubblicato con Emma Books. Consiglieresti questa casa editrice ai colleghi?

Sicuramente! Mi sono sentita sin da subito come a casa. Credo sia fondamentale, soprattutto per un esordiente, trovarsi a proprio agio.

Perché il romanzo storico?

Perché amo la Storia, l’ho sempre amata. Dato che la macchina del tempo non è ancora stata inventata, leggo storico e scrivo storico. Dopotutto, scrivere un romanzo di questo genere equivale a ricostruire la storia, a vivere nel passato attraverso i propri personaggi.

Progetti futuri?

Sto lavorando a un altro storico, ma l’ambientazione è diversa rispetto a quella di "Vento dei Caraibi". Stavolta troverete deserti, incensi, sete preziose, palazzi dorati e un uomo dagli occhi scuri e profondi come le notti orientali.

È stato un piacere ospitarti nel mio blog. In bocca al lupo!

Grazie a te per questa piacevole chiacchierata, viva il lupo!

Per seguire Tiana   TIANA LEONE

sabato 24 giugno 2017

Recensione - UN MARINE PER SEMPRE di Silvia Carbone e Michela Marrucci

Oggi sono molto contenta di ospitare nel mio blog le autrici Silvia Carbone e Michela Marrucci in occasione delle recensione del loro romanzo "Un Marine per sempre", primo capitolo della serie "Destini Intrecciati".
Un libro che mi ha colpito e avvinto, e che deve essere letto!





SINOSSI: Passione ad alta quota Due lutti a distanza di pochi giorni distruggono la vita di Josephine, giovane e attraente ufficiale dei marines: la prematura perdita del padre, colonnello dell'aeronautica americana, e il dolore per la morte di Travis, l'amore della sua vita, durante una missione in Afghanistan, la spingono a congedarsi prematuramente e abbandonare la vita militare. Trascorso un anno da quei giorni bui, però, Joe riagguanta le redini della propria vita. Riprende gli studi, ma il destino le gioca un brutto scherzo: per conseguire il master è costretta a fare ricerche informatiche all'interno della base militare Miramar di San Diego. Qui conoscerà il capitano Callhan Meyer, e tutta la serenità che Joe credeva di aver ritrovato scoppierà come una bolla di sapone. Tenere lontano Cal e la strana e incontrollabile e attrazione che li lega si dimostrerà più arduo del previsto. Chi ha tanto sofferto ha paura di tornare ad amare, ma non si può resistere per sempre al richiamo dei sentimenti, né ai desideri del proprio corpo… 
"Un marine per sempre" è il primo avvincente e sexy volume della serie "Destini Intrecciati".







MIRAMARE - Joe è un Marine ed è la fidanzata di Travis; rimasta orfana del padre, accetta di essere sostituita in missione dal ragazzo per partecipare al funerale del genitore, ma Travis perde tragicamente la vita.
Anni dopo, Joe è una persona diversa, incapace di superare la perdita del fidanzato di cui si sente responsabile; costretta a tornare nella base di Miramare per seguire un progetto, incontrerà Cal, un Capitano con cui dovrà lavorare a stretto contatto.
La scintilla tra i due è immediata al primo sguardo, l'attrazione innegabile e i sensi dell'uno sono protesi verso quelli dell'altra. Ma c'è qualcosa che si nasconde nell'ombra, un mistero sembra essere legato al padre di Joe e alla sua morte. Cosa c'è ancora da scoprire? La passione tra Cal e Joe è destinata a divampare? Joe può amare ancora?

L'ambientazione è americana. Siamo nella base di Miramare e l'atmosfera che si respira mi ha ricordato la famosa pellicola "Top Gun". Un applauso alle autrici per le descrizioni e la capacità di calare il lettore in quegli scenari. Una nota di merito anche per il linguaggio usato, a volte scurrile e non troppo raffinato, ma tremendamente realistico; non si legge questa storia, la si vive sulla pelle.

La caratterizzazione dei personaggi è perfetta. Joe è la protagonista, orfana di entrambi i genitori e fidanzata di Travis. Profondamente segnata dalla perdita del ragazzo, deciderà di congedarsi, ma il destino la riporterà a Miramare. Sexy da morire, è decisa a non innamorarsi mai più, ma l'incontro con Cal la destabilizzerà. Empatica, riesce a percepire il pericolo e il legame profondo che la lega sempre più al Capitano; coraggiosa e impavida, è una donna determinata a scoprire il segreto che aleggia sulla morte del genitore, e affronterà un viaggio interiore non indifferente per sconfiggere le proprie paure.
Cal è il protagonista maschile. Incarna l'amante passionale, il suo corpo è nato per il peccato ed è abituato ad avere tutte le donne ai suoi piedi, vivere avventure e non lasciarsi mai scalfire dal sentimento. Protegge Joe come un leone, la ama come un toro ed è incapace di gestire la gelosia nei confronti del fantasma di Travis; la competizione è  quasi una litanìa che si ripresenta sistematicamente nel corso della sua vita.
Colin è l'amico di Cal e collega di Joe; è un personaggio interessante e positivo, l'amicizia e la sintonia con Joe sarà sempre più forte e la chimica nei confronti di Lizzy, amica della ragazza, è esplosiva. Entrambi sono figure che affiancano i protagonisti e celano segreti che spingono il lettore a voler scoprire qualcosa di più su di loro. Desiderio che viene esaudito per noi lettori nel secondo capitolo di questa serie.








'Che strana sensazione. Sollevò gli occhi dal proprio bicchiere. Un formicolio alla base della nuca la costrinse a girarsi. Un uomo se ne stava appoggiato dall'altra parte del bancone e la osservava. L'uomo sorrise e lei quasi sussultò. Il cuore le fece uno strano giro nel petto. La mano strinse il collo della bottiglia mentre l'anisa la divorava. Caldo. Faceva molto caldo.'








L'erotismo è il vero protagonista del romanzo. La carica sessuale di Cal la senti sotto la pelle, non si resiste al suo fascino; le autrici hanno creato due protagonisti da urlo e io mi sono letteralmente innamorata del Capitano.
Questo è un romanzo in cui assistiamo a una fusione perfetta di due scrittrici che non conoscevo, assolutamente da seguire e non perdere di vista. La loro scrittura incatena e affascina. Due penne che si fondono perfettamente, non si comprende dove finisce una e inizia l'altra.
I temi trattati sono: il destino, la passione, la ricerca della verità e il coraggio di rischiare. Il messaggio che arriva forte e chiaro è quello di affrontare i demoni della paura di amare, per poter raggiungere la felicità. Molto interessante anche il monito intrinseco: c'è sempre un disegno per tutti noi e la sofferenza, anche la più atroce, può condurre alla rinascita.








'Ho sempre creduto di non aver bisogno di nessuno, e poi sei arrivata tu. Più mi affascinavi e più desideravo allontanarti. Più mi respingevi e più desideravo farti capitolare, ma poi mi hai fatto desiderare di avere di più. Voglio che le mie giornate finiscano e comincino con te al mio fianco.'








"Un Marine per sempre" è la storia di un amore ad alta quota.
Una donna che non riesce a dimenticare il suo passato, un uomo abituato a ottenere sempre ciò che vuole, una passione che divampa al primo sguardo, forte come il vento che soffia le nuvole, potente come il rombo del tuono e irresisitibile come il desiderio che infervora gli animi. Sullo sfondo, la base di Miramare, per un romance che si tinge di giallo, dove niente è come sembra. 
Consigliatissimo agli amanti dell'erotico, del romance e delle storie d'amore che non rinunciano a mescolare sesso e pericolo. A chi vuol rivivere le atmosfere delle basi militare e del mondo dei Marines.

'Vivo ancora nel ricordo di Travis ma da quando c'è Cal ho scoperto che l'amore è anche qualcosa di più che sentirsi protetti. 
Quando sono con lui sento il sangue pulsare nelle vene per l'intensità del desiderio.'