venerdì 12 maggio 2017

Recensione - DUE FRATELLI PER GIULIA di Cristina Origone

Oggi vi presento un romanzo che mi ha molto appassionato.
Oggi conosciamo da vicino "Due fratelli per Giulia" di Cristina Origone, una penna che non conoscevo e che seguirò con vero piacere.








SINOSSI: Giulia e Saverio. La loro relazione clandestina appaga entrambi, il loro rapporto è carnale, frenetico, pieno di voglia di soddisfare le proprie fantasie erotiche. Ma quando il matrimonio di Saverio finisce Giulia esita, non se la sente di impegnarsi in una relazione più stabile con un uomo che, pur esercitando su di lei una forte attrazione, ha un carattere iroso e aggressivo. Così quando tra loro si intromette Filippo, il fratello di Saverio, le cose si complicano. Filippo è l'esatto opposto di Saverio: sorridente, affascinante, premuroso, perennemente in viaggio per il suo lavoro di pilota del campionato mondiale Supersport. Facile innamorarsene. Ma Saverio non ha intenzione di farsi da parte e tra i due nasce una vera e propria guerra. Si può perdonare un fratello che tradisce la tua fiducia? È giusto soffocare un sentimento in nome di un legame di sangue? Un romanzo erotico intenso e appassionato, una storia a tratti morbosa, in cui alla fine trionfa l'amore.








GENOVA - Giulia è una giovane donna che lavora come architetto; le sue giornate si dividono tra il lavoro, le amiche e Saverio con cui intrattiene una relazione.
Il loro è un rapporto che naviga sulla cresta della passione accesa e senza limiti, ma tutto sta per cambiare.
In un bar, Giulia incontra Filippo, il fratello di Saverio, e immediatamente scatta l'attrazione. La donna si ritrova presto intrappolata in una "guerra tra fratelli", che nasconde in seno incomprensioni che affondano le radici nelle pieghe del passato.
Cosa le riserva il destino? Perché si sente così attratta da Filippo? E Saverio cosa nasconde con il suo carattere compassato che si accende al primo soffio di vento?

Partiamo dall'ambientazione nella bella Genova con le sue vie ricche di storia, i palazzi e le piazze. Ci aggiriamo anche tra circuiti e corse motociclistiche; una menzione va al linguaggio accurato utilizzato dall'autrice in questo ambito.




'Giulia gli era entrata nel sangue come una droga, aveva capito subito che lei era il completamento della sua persona, nel corpo e nell'anima. Giulia era minuta, sinuosa, aveva la pelle color latte e i capelli rosso ciliegia, e ogni volta che i suoi occhi verdi lo sfioravano, aprivano quella porta del suo cuore da cui l'amore si era diffuso in lui come una droga.'





La scrittura si basa su tre differenti POV come sono i protagonisti del romanzo, accurati e ben fatti. La lettura procede spedita con questi cambi di registro e invoglia a divorarne le pagine. Ci troviamo di fronte a un romance diverso, imprevedibile, introspettivo, pulito nonostante l'abbondanza di sesso.
La caratterizzazione dei personaggi convince. Giulia è la protagonista femminile; ligia al suo lavoro di architetto, è un personaggio interessante perchè privo della patina dell'eroina romantica. Nel suo rapporto con Saverio non si crea illusioni, nè pretende dichiarazioni. Consapevole che il sesso tra loro sia una parte fondamentale, non vuole però rinunciare alla propria libertà. Ha perduto la mamma in situazioni poco chiare e ne soffre, tiene una parte di sè chiusa e nascosta; l'incontro con Filippo la confonderà, facendole riscoprire se stessa.
Saverio è uno dei protagonisti maschili. Architetto benestante, è sposato con Marina quando incontra Giulia e, accecato dalla passione, si separerà spingendosi a chiedere all'amante di condividere con lui ogni istante delle loro vite. Soffre di complessi di inferiorità nei confronti del fratello, dovuto al rapporto con i genitori. Fortemente disturbato, manifesta atteggiamenti violenti e possessivi, spesso cede all'ira e alla gelosia. E' un personaggio molto interessante, forse il più interessante, per le sfumature della sua anima. Non è tutto nero, nè bianco, ma di una magnifica tonalità grigio scuro, e qui sta la sua sconcertante umanità.
Filippo è l'altro protaognista maschile; pilota e fratello di Saverio, possiede un fascino magnetico. Abituato a intrattenere avventure occasionali, sarà spiazzato dall'incontro con Giulia. Nutre un forte rispetto nei confronti di Saverio, la sua bontà d'animo e onore gli faranno compiere scelte lodevoli, e il lettore si ritroverà a fare il tifo per lui.





'Era come se stessero facendo l'amore, era una sensazione che non aveva mai provato prima e le riempì il cuore. Strinse le braccia intorno a sé, mentre continuava a guardare i suoi occhi che erano di un azzurro incredibile e infinito come il fondo del mare.
Con fatica fu lei ad allontanarsi mentre si chiese se sarebbe mai arrivato l'istante in cui avrebbero sentito il desiderio di sgretolare quella barriera che li divideva.'






L'erotismo è acceso ed eccitante. Il sesso è parte fondamentale del libro, fulcro attorno al quale si muove ogni cosa. Interessante la contrapposizione del desiderio carnale attraverso la figura di Saverio, che lo vive in maniera ossessiva e trasgressiva: qui, ci troviamo di fronte a un desiderio primitivo mascherato d'amore. E poi abbiamo il sesso di Filippo, romantico e delicato; la prima volta con Giulia non si dimentica, eccitante in egual misura ma molto realistica. I due non compiono troppe giravolte nel letto, ma la passione e il pathos arriva tutto, contornato dalle dolci confidenze del "dopo".
I temi affrontati sono: la paura di amare e rischiare, gli scheletri del passato, i rapporti famigliari, il sacrificio, l'insicurezza e il senso di inferiorità. Vorrei soffermarmi sulla tematica relativa al sesso, intenso come "malattia" nel caso di Saverio, e "cura" nel caso di Filippo.
Il messaggio è quello che riguarda le seconde occasioni: c'è sempre una rinascita, l'importante è non perdere mai la fiducia in se stessi. Filippo insegnerà a Giulia a rischiare per inseguire i suoi sogni, come fa lui ogni giorno.

 



'Giulia amava la sua aggressività, in quel modo esprimeva la forza del suo desiderio e il potere dell'attrazione che aveva per lei, ma non c'era mai stata brutalità. Nei mesi precedenti, Saverio non aveva mai superato quel limite sottile fra forza e violenza, ma qualcosa stava cambiando fra loro.'





"Due fratelli per Giulia" è la storia di una passione sbagliata contrapposta a una che fa tornare alla vita.
Un romance che scava nel profondo; ci mostra le incrinature che possono sfuggire agli occhi, attraverso le quali il buio della colpa affiora, ma filtra anche la luce del perdono e del cambiamento.
Una donna che ha paura di lasciarsi andare, due frateli divisi dal rancore e dalla sfida, due famiglie complicate alle spalle e, sullo sfondo, Genova con le sue sculture e la magia del mare.
La storia di un colpo di fulmine che tutto chiarisce, come l'arcobaleno che spunta dopo un temporale. Seduzione, pathos e riflessione per un romanzo da leggere.
Consigliato agli amanti del romance e dell'erotico, a chi ama le ambientazioni italiane e le vicende che affrontano anche temi importanti. A chi ama i triangoli d'amore e le protagoniste femminili contese.
Questo libro è un'ottima occasione per scoprire il talento di un'autrice che deve essere letta!

'Rimasero così, in silenzio, abbracciati nudi sul letto, entrambi consapevoli che non avrebbero più fatto a meno uno dell'altra.'




Nessun commento:

Posta un commento