martedì 16 luglio 2013

"Il rifugio" - OMAGGI DEI LETTORI -

Oggi voglio dedicare uno spazio al mio secondo romanzo "Il rifugio". E lo voglio fare perché la storia di Anna e Marianne è riuscita a scalfire la pallida superficie delle pagine bianche e a entrare sotto la pelle dei lettori, dritta fino al cuore.

Ho ricevuto alcuni contributi da lettori giovani e meno giovani che voglio condividere con voi e ringraziare dal profondo del mio cuore per queste bellissime sorprese che non mancano mai di stupirmi e commuovermi.


 


SECONDO CLASSIFICATO AL XXIII PREMIO LETTERARIO 'VALLE SENIO' 2012


QUARTA: Possono vite diverse incontrarsi e confondersi al punto da somigliarsi, nella medesima esperienza di sofferenza e di felicità? Dimensioni temporali opposte che tornano a viaggiare sulla stessa frequenza, quasi a beffare una realtà già scontata e rivista. Con l’autentica possibilità di cambiamento e di riscatto. Anna e Mary, nelle confidenze di una soffitta chiusa al mondo, quasi a scambiarsi comparse e impegni in un vissuto ancora da decidere.
Un romanzo al confine tra il sogno e il reale, tra mistero e rivelazione.







Il primo contributo arriva da una ragazzina giovanissima Alessia Marinoni che ha amato Marianne Beaufort con tutta la sua passione e l'entusiasmo dei tredici anni.
Questo è il suo omaggio!
 



Il secondo contributo arriva, invece, da una ragazza che ospiterò presto sul mio blog. Una ragazza che ha l'arte e la passione per la lettura nel sangue. Rossella Sicilia si diletta in video-maker dopo la lettura di un libro e questo è il suo bellissimo risultato.

video



Ed infine la prima lettura tratta dal romanzo, in particolare da una pagina del diario di Marianne Beaufort, grazie all'arte indiscussa della professionista Tanya D'Antoni che ha realizzato il video e la gentile concessione della voce narrante: Patrizia Stefanelli (regista teatrale riconosciuta e stimata).





Vorrei ringraziare ancora una volta le lettrici per questi doni preziosi e salutarvi con una citazione che racchiude in sé buona parte del mio romanzo, coadiuvata dalla bellissima immagine che la bravissima Elisabetta Baldan, presto mia ospite, ha gentilmente realizzato.
 




Stava succedendo qualcosa in quella villa, qualcosa di inspiegabile





Nessun commento:

Posta un commento