sabato 8 ottobre 2016

PASSI D'AUTORE - Recensione - SPOSA PER SEMPRE - CINQUE PASSI NELLA LEGGENDA di AA.VV.

Oggi inauguriamo la nuova rubrica PASSI D'AUTORE curata da Giuseppina Biondi e dedicata alle recensioni di autori emergenti.




Iniziamo con un'antologia molto particolaredal titolo "Sposa per Sempre - Cinque passi nella Leggenda" di AA.VV.
Andiamo a scoprire il parere di Giuseppina.








SINOSSI: Ci sono racconti che arrivano da molto lontano, che hanno attraversato il tempo e l’oceano per raggiungerci. Ci sono storie magiche che arrivano dritte al cuore. La storia di Pascualita è così, suggestiva e affascinante pur nella sua macabra drammaticità. In Messico, da quasi un secolo, un manichino tanto perfetto da sembrare in carne e ossa adorna la vetrina di un atelier di abiti da sposa, suscitando l’ammirazione e la curiosità di tutti, tanto da divenire leggenda.
Una ragazza morta prima delle nozze, sua madre che non vuole lasciarla andare e ne fa imbalsamare il corpo per esporlo nella vetrina del suo negozio… ma qual è la verità? Cinque autori si sono lasciati affascinare dall’alone di mistero che gravita intorno alla bellissima Sposa per sempre e ognuno con il suo stile ha interpretato e rivisitato il mito, trasportato dalla propria ispirazione. Cinque racconti sulla sposa cadavere di Chihuahua, cinque passi nella leggenda di Pascualita.









Nel centro storico della città di Chihuahua, in Messico, c’è un negozio immerso nella leggenda, “La Popular”- La Casa de Pascualita, un atelier di abiti da sposa.
Nella sua vetrina, dal 25 marzo 1930, viene ospitata Pascualita, ovvero il manichino di una sposa bellissima, così ben fatto da trarre in inganno. La somiglianza con una persona vera sconvolge chi passa lì davanti e va ad alimentare, da anni, miti e leggende.
La bellezza surreale del manichino racconta una storia intrisa di tristezza e dolore. Leggenda vuole che fosse la figlia della proprietaria del negozio e che morì il giorno delle sue nozze. In tanti si sono sbizzarriti sulle cause della sua morte: c’è chi dice che venne uccisa sull’altare da un pretendente rifiutato; chi invece afferma che si suicidò in seguito alla morte violenta dell’uomo che amava. La storia alla quale si dà più credito racconta che Pascualita sia stata uccisa da una vedova nera il giorno del suo matrimonio e che la madre, distrutta dal dolore, ne commissionò l’imbalsamazione per preservare la sua bellezza e tenerla con sé.
Nel corso degli anni queste dicerie hanno alimentato usanze e misteri: tanti giovani spose, prima del grande passo, vanno da lei per chiederle la benedizione; altri le cercano una grazia e qualcuno la vede persino muoversi.
A partire da queste leggende, Paola Bianchi, Maria De Riggi, Roberta Martinetti, Armando Maschini e Donatella Perullo, hanno deciso di raccogliere il mito, il mistero e le suggestioni e proporre la loro rivisitazione della storia. Nasce così l’antologia "Sposa per sempre - 5 passi nella leggenda"







“Il 25 marzo 1930 Pascuala portò Adelita con sé al negozio, voleva poterla accudire ogni giorno, desiderava che tutti l’ammirassero perché anche ora era bellissima. La espose in vetrina, vestita come nel momento in cui aveva detto sì e, a chi guardava ammirato e chiedeva da dove venisse quel manichino, lei diceva che era arrivato da molto lontano e che lo aveva voluto a immagine e somiglianza della figlia che si era trasferita in Spagna dopo il matrimonio. Per lei fu una consolazione custodire i segreti che le avevo rivelato e per me fu importante avere la certezza che Adelita fosse protetta e serbata con amore.”








Il libro è composto da cinque storie e in ognuna è possibile ritrovare la drammaticità e la tenerezza delle quali l’intera vicenda è da sempre impregnata.
- "L’allievo alchimista" scopre gli arcani segreti della vita eterna facendoci incontrare persino Dorian Grey. 
- "L’ultimo sogno" riflette sulla dolcezza di un gesto tramandato nel tempo per non dimenticare. 
- "Anima di cera" racconta una storia demoniaca e la possibilità di redenzione. 
- La dolce storia di "Evelita e il sogno di Juan" narra il desiderio condiviso di una donna e un bambino che, incontrandosi, riusciranno a trovare la tanto agognata pace. 
- Infine, nella "Macabra Collezione", incontriamo la cattiveria e la crudeltà di una mente malata.

Un mistero, cinque storie e cinque autori che reinterpretano con maestria una vecchia leggenda creando un’antologia ricca, interessante e variegata. Il libro si legge tutto d’un fiato ed è scritto in maniera molto semplice e scorrevole. 
Consigliatissimo a tutti coloro i quali vogliono fare un tuffo in una leggenda che ancor oggi raduna, intorno alla sua vetrina, una miriade di curiosi speranzosi di vedere un movimento della mano di Pascualita. 

Giuseppina Biondi



IL VOTO DI GIUSEPPINA

1 commento:

  1. Bellissima recensione, esaystiva e ottimamente argomentata. Grazie a nome dei cinque sonadõres, Giuseppina, e grazie a Linda per averci ospitati nel suo prestigioso blog.

    RispondiElimina