giovedì 18 agosto 2016

IL SALOTTO DI CASSANDRA - Recensione - NELL'ORIZZONTE DEGLI EVENTI di David Valentini

Oggi per le recensioni de IL SALOTTO DI CASSANDRA, vi presento il romanzo di David Valentini dal titolo "Nell'orizzonte degli eventi".






Cassandra Wox l'ha letto per noi, ecco il suo giudizio.










SINOSSI: Daniele Baldi, 22 anni, muore in un incidente stradale in piena notte. I genitori, Federico e Barbara, vengono a saperlo dalla polizia; Sofia, la sorella, tramite Facebook.
Lo stesso giorno Massimo si sveglia dopo una sbornia e trova un’ammaccatura sulla sua auto. Al telegiornale scopre della morte di Daniele, e che l’incidente è avvenuto proprio mentre lui si trovava sullo stesso punto del Raccordo e alla stessa ora.
La loro vita, semplice e senza grandi avvenimenti, viene sconvolta in un istante.
Perché proprio come un buco nero, la morte ha una forza d’attrazione schiacciante.










Roma - Settembre 2014. Daniele ha soloventidue anni quando resta vittima di un tragico incidente d’auto. La notizia sconvolgerà la famiglia, tracciando maggiormente le crepe presenti in essa e mostrando come ognuno affronti il proprio lutto in modo diverso.
In parallelo, conosceremo anche Massimo, reduce di una notte di baldoria e con i ricordi annebbiati; non ricorda nulla, nemmeno di come la sua auto si sia procurata quell’ammaccatura, ma quando apprenderà la notizia di un giovane morto a causa di un pirata della strada, proprio lungo il suo stesso tragitto, il dubbio s’insinuerà, così come i sensi di colpa.
Una storia a più voci, dove ogni membro della famiglia di Daniele ci farà conoscere diversi lati della vittima.
Dal dolore della madre e della sorella, alla negazione del padre che non riesce ad accettare il viso deturpato del figlio, affronteremo un viaggio introspettivo che scuote le coscienze.






'Una vita da raccontare, simile ad altre milioni ma straordinaria e mai identica, che un libro non sarebbe bastato a descrivere.'







Suprema protagonista di questo romanzo è la morte.
Un romanzo introspettivo e psicologico, dalle sfumature agrodolci, con un buon ritmo narrativo affilato che colpisce dritto al cuore, senza metafore. Una scrittura pulita che non incespica, con uno stile che la contraddistingue.
David Valentini ci invita alla riflessione, evidenziando tutte le reazioni dell’animo umano di fronte alla tragedia: rabbia, dolore, sensi di colpa, negazione, frustrazione.
Un continuo pensare al se. Come se fosse possibile tornare indietro, possedere un nastro per riavvolgere tutto e far sì che niente accada, ma davanti al destino, alla fatalità o come voi la vogliate chiamare, nessuno ha alcun potere.
Possiamo addolorarci, urlare o stare in silenzio; nessuno può e deve giudicare il modo con cui si elabora un lutto.   
L’autore mi ha colpito e convinto, non è facile scrivere di certi argomenti, ma David ci è riuscito benissimo e il finale spiazza, segnando nel profondo.
Vi consiglio la lettura di questo romanzo, per quanto a volte possa essere crudo, merita indubbiamente di essere letto!



Cassandra Wox
(Editing a cura di Linda Bertasi)


  IL VOTO DI CASSANDRA




         

Nessun commento:

Posta un commento